Il compleanno del magazine scritto con gli occhi dai malati di Sla, da poco diventato testata giornalistica, celebrato in un incontro online con Elisabetta Soglio: in allegato il video

Monferratohospice

E’ stata presentata al Tribunale di Monza la richiesta di registrazione della rivista «Scriveresistere». Con questo atto si chiude la prima fase del laboratorio di scrittura animato dalle persone malate di SLA residenti nella RSD San Pietro – Progetto SLAncio, promosso dalla Cooperativa La Meridiana di Monza.
Presto, sul sito www.scriveresistere.it si troveranno, periodicamente, articoli firmati dai redattori di SLAncio.
Inoltre ci saranno contributi anche da parte di coloro che condividono gli scopi del progetto.
Con questa buona notizia e con tante altre, si celebra il settimo anniversario di SLAncio.
Inaugurata nel gennaio del 2014, la RSD San Pietro – SLAncio ospita 60 persone malate di SLA o in Stato Vegetativo.
I sette anni di attività di SLAncio e la presentazione di Scriveresistere, sono stati ricordati durante l’evento online svoltosi nella mattinata di mercoledì 10 febbraio: sopra pubblichiamo il video, con gli interventi di Roberto Mauri, Luigi Picheca, Pippo Musso, Claudio Messa redattori di Scriveresistere, Lisetta Sorrentino (psicologa), Andrea Magnoni neurologo (direttore sanitario La Meridiana), Valerio Picheca (familiare), Elisabetta Soglio (giornalista Corriere della Sera), Luisella Massironi (Team Movimento Inatteso), Claudio Bescapè (donatore)

Per approfondire:
Di Scriveresistere ha parlato anche il TG1 con un servizio del 19 aprile 2020

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi