L’evento vedrà la presenza dell’autore che dialogherà con Egidio Riva, docente di Sociologia presso l’Università Cattolica Milano

Monsignor Luigi Bettazzi

L’Associazione Centro Orientamento Educativo – COE con la partecipazione di Azione Cattolica Ambrosiana, Pax Christi, Meic, La Libreria Volante e con il patrocinio del Comune di Barzio organizza – nell’ambito del programma “COEstate 2015” – la presentazione di Quale Chiesa? Quale papa? di Mons. Luigi Bettazzi edito da Emi 2015.
L’evento vedrà la presenza dell’autore che dialogherà con Egidio Riva, docente di Sociologia presso l’Università Cattolica Milano. Segue aperitivo.

«L’amicizia con Mons. Luigi Bettazzi è iniziata diversi anni fa quando il nostro fondatore Don Francesco Pedretti era ancora alla guida del COE ed ogni giorno tesseva relazioni e inventava progetti. Dopo averlo avuto come ospite l’estate scorsa in occasione di una serata di approfondimento su Papa Francesco, abbiamo pensato di invitarlo per presentare il suo ultimo libro al COE e siamo felici che abbia accettato nonostante i numerosi impegni e il quasi secolo di vita che non l’ha privato di energie, ironia accostate ad una lucidità rara nel leggere la storia della Chiesa indicando possibili nuove vie da percorrere. Invitiamo tutti a questa preziosa occasione di riflessione. Mons. Bettazzi è un grande Pastore del nostro tempo».
Rosa Scandella, Presidente Coe

Dalla Chiesa «società dei veri cristiani» alla Chiesa «comunione», molta strada è stata fatta. O meglio, si è tornati alla Tradizione che significa «restare sé stessi, ma sviluppandosi continuamente. La Chiesa è sempre stata in costante evoluzione».
Luigi Bettazzi, l’unico vescovo italiano presente al Concilio Vaticano II oggi vivente, racconta la «sua» Chiesa, frutto di un’esperienza lunga (quasi) un secolo: non una cittadella che si sente assediata dal mondo e dai «laici», bensì una comunità impegnata ad annunciare la vicinanza di Dio a tutte le donne e gli uomini, in particolare i più dimenticati e soli. Le figure di Giovanni XXIII, del cardinal Lercaro, di Helder Câmara, di Francesco, scorrono davanti agli occhi del lettore raccontate da Bettazzi che ben conosce e ha conosciuto quei pastori «con l’odore delle pecore». Insieme a questi esempi la Chiesa può operare un nuovo ritorno alla Tradizione: «Il punto di partenza è la priorità del “popolo di Dio”, depositario dei doni dello Spirito, di cui la gerarchia, a tutti i livelli, è al servizio».
«Un tempo pareva che compito della Chiesa fosse garantire la propria vita, struttura e libertà. Ci si è resi conto invece che la Chiesa deve farsi voce di quanti non hanno voce e deve promuovere i diritti di chi si sente emarginato»

Luigi Bettazzi (Treviso, 1923) è una delle personalità ecclesiali più note in Italia. Vescovo a Ivrea dal 1966 al 1999, è stato per molti anni presidente di Pax Christi e punto di riferimento del movimento pacifista.
Nel 1985 è stato insignito del Premio Unesco per l’Educazione alla Pace. Ha partecipato al Vaticano II come vescovo ausiliare di Bologna, a fianco del cardinale Giacomo Lercaro, uno dei quattro presidenti dell’assemblea conciliare. Apprezzato conferenziere, ha pubblicato numerosi libri tra i quali Difendere il Concilio (San Paolo), Viva il Papa! Viva il popolo di Dio (Edb), La Chiesa dei poveri (Pazzini).

Informazioni
COE | 0341 996453 | 339 5335242 | p.cattaneo@coeweb.org | www.coeweb.org
 

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi