Secondo appuntamento con le Prove Aperte della Filarmonica della Scala; sul podio il maestro Myung-Whun Chung, accompagnato dal violinista Sergey Khachatryan. Il ricavato andrà a favore di due progetti della Fondazione: il doposcuola per i bambini ospitati e il nuovo spazio della Tillanzia

ProveAperteFilarmonica_2566

È la Fondazione Casa della carità Angelo Abriani Onlus la beneficiaria del secondo appuntamento con le Prove Aperte della Filarmonica della Scala, il ciclo benefico realizzato grazie al Main Partner UniCredit con il contributo di UniCredit Foundation e la collaborazione di Esselunga.

La serata, che si terrà domenica 14 aprile alle 19.30 al Teatro alla Scala di Milano, vedrà sul podio il maestro Myung-Whun Chung, accompagnato dal violinista Sergey Khachatryan. In programma il Concerto n.1 in sol minore op.26 per Violino e Orchestra di Bruch e la Sinfonia n.1 in re maggiore “Titan” di Mahler.

Casa della carità, nata per volontà del cardinale Carlo Maria Martini, ospita ogni giorno 470 persone tra donne, uomini e bambini, accompagnandole verso la vita autonoma. L’intero ricavato della Prova Aperta contribuirà in particolare a sostenere due progetti della Fondazione: il doposcuola per i bambini ospitati e il nuovo spazio della Tillanzia, nato per accogliere donne e bambini in situazioni di difficoltà che qui trovano il sostegno necessario – supporto legale, aiuto psicologico, cure mediche – per riprendere in mano al più presto la loro vita.

Grazie al coinvolgimento dei musicisti della Filarmonica della Scala, di grandi direttori e solisti ospiti, e del mondo del non profit milanese, le Prove Aperte sono ormai diventate una piccola stagione dedicata che permette al pubblico di assistere alla messa a punto di grandi concerti a prezzi contenuti, ed essere al tempo stesso parte di una grande iniziativa di solidarietà. In dieci anni hanno contribuito a sostenere progetti di utilità sociale e scientifica, coinvolgendo istituzioni che ogni giorno si prendono cura dei bambini e degli anziani, fronteggiano le povertà, aiutano persone con diverse abilità, ricercano nuove terapie mediche e operano tra i bisogni delle periferie e delle aree in difficoltà.

La decima edizione delle Prove Aperte proseguirà domenica 28 aprile con la serata dedicata all’associazione L’abilità con il Maestro Riccardo Chailly e il violino Emmanuel Tjeknavorian. Il ciclo si concluderà sabato 12 ottobre con la prova diretta da Daniel Harding e con Isabelle Faust al violino, a sostegno di Fondazione L’aliante. Anche quest’anno la formula che permette di assistere alla prova musicale si arricchisce in apertura di serata dell’esperienza di una breve guida all’ascolto, in un’atmosfera informale di vicinanza con l’orchestra e il suo direttore.

Fondazione Casa della carità Angelo Abriani Onlus
La Fondazione Casa della carità, nata per volontà del cardinale Carlo Maria Martini, dal 2004 ha accolto a Milano migliaia di persone di 95 nazionalità diverse. La Casa della carità ospita ogni giorno 470 persone tra donne, uomini e bambini, accompagnandole verso la vita autonoma. A quanti non può ospitare, offre cure, ascolto, docce calde e cambi di indumenti. Nel 2017, la Fondazione ha aiutato 5.553 persone e promosso 231 iniziative culturali.
I progetti per l’infanzia: la Tillanzia e il doposcuola
La Fondazione Casa della carità offre in due pomeriggi la settimana un doposcuola a supporto dei bambini ospitati. Operatori e volontari li aiutano nello studio delle materie dove hanno maggiore difficoltà. Le fasce di età seguite vanno dalle scuole dell’infanzia fino alle medie superiori. Oltre a questo, a settembre 2017, nel quartiere di Cimiano a Milano, agli ultimi due piani della scuola delle Suore del Preziosissimo Sangue di Gesù, la Casa della carità ha aperto la Tillanzia, uno spazio nato per ospitare 40 persone tra donne e bambini, italiani e stranieri, in situazioni di difficoltà.
La Tillanzia vuole essere una casa, un posto sicuro, caldo e accogliente dove le donne e i bambini possono continuare la vita di tutti i giorni, fatta di momenti di famigliarità, scuola, studio, gioco e molto altro. Inoltre, la Casa della carità offre loro supporto legale, sostegno psicologico e cure mediche, perché possano riprendere in mano al più presto la loro vita.
www.casadellacarita.org

Myung-Whun Chung, direttore
Debutta a 7 anni al pianoforte con la Seoul Philharmonic e a 21 anni vince il prestigioso Premio Čajkovskij. Nel 1979 diventa Assistente di Giulini alla Los Angeles Philharmonic. Ha diretto le principali orchestre internazionali nelle più importanti sale da concerto. Nel 1995 fonda la Asia Philharmonic. È stato Direttore Principale dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia e dell’Orchestre Philharmonique de Radio France. Insignito della Légion d’Honneur francese, ha vinto il Premio Toscanini e il Premio Abbiati. Dal 2016 è Direttore Onorario della Tokyo Philharmonic. Nel 2017 è stato nominato Commendatore Ordine della Stella d’Italia per il suo contributo alla cultura italiana. Incide per Deutsche Grammophon.

Sergey Khachatryan, violino
Nato in Armenia in una famiglia di musicisti, si trasferisce presto in Germania. Sergey Khachatryan vince numerosi concorsi internazionali il Jean Sibelius di Helsinki (2000) poi il Concours Reine Élisabeth di Bruxelles (2005). Nelle ultime stagioni si è esibito con i Bamberger Symphoniker, Münchner Philharmoniker, Swedish Radio Symphony Orchestra, Mariinsky Orchestra e Orchestre de Paris. Ha collaborato con le principali orchestre europee e con la Los Angeles Philharmonic. Dal 2002 ha iniziato ad incidere per la EMI Classics e poi per Naive.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi