L'esposizione universale è stata veramente un’occasione per riflettere sul tema dell’alimentazione?Se ne parlerà al Centro diocesano di Milano in un incontro organizzato dall’Ac ambrosiana e dall’associazione «Il Caffè Geopolitico»

di Alberto RATTI

«Le provocazioni di Expo. La salute del pianeta nelle mani del consumatore»

«Expo»: nel bene e nel male, negli ultimi mesi, non si è parlato d’altro. Ma a parte gli scandali iniziali, gli eventi, i sei mesi di esposizione, è stata veramente un’occasione per riflettere sul tema dell’alimentazione?
Se ne parlerà il 23 ottobre alle 18 presso il Centro diocesano (via S. Antonio 5, Milano) in un incontro organizzato dall’Azione cattolica ambrosiana e dall’associazione «Il Caffè Geopolitico» per presentare il volume edito da In Dialogo «Le provocazioni di Expo. La salute del pianeta nelle mani del consumatore».
Interverranno Davide Tentori, uno dei curatori del volume; Sergio Silvotti, presidente di Fondazione Triulza; Paolo Petracca, presidente Acli della provincia Milano e Monza Brianza; Alberto Rossi, presidente del Caffè Geopolitico. «L’accesso al cibo e alla sicurezza alimentare – dice Tentori – non è più solo un problema del Sud del mondo, ma un problema globale a cui bisogna far fronte con politiche adeguate che investano la sanità, il lavoro, il welfare, le azioni quotidiane».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi