L’iniziativa è promossa dal Gruppo della trasgressione, fondato da Aparo, psicologo di San Vittore, con la collaborazione del Consiglio di Zona 1

nuovo teatro ariberto

Martedì 26 maggio alle 20.45 presso il Nuovo Teatro Ariberto (via Daniele Crespi 9, Milano) va in scena «Il mito di Sisifo» con i detenuti di Bollate, Opera e San Vittore, regia di Juri Aparo. L’iniziativa è promossa dal Gruppo della trasgressione, fondato da Aparo, psicologo di San Vittore, con la collaborazione del Consiglio di Zona 1. Per gli attori le vicenda di Sisifo sono diventate un racconto per guardarsi dentro e per comunicare con la società. Nella prima parte della serata Sisifo rivive il suo eterno conflitto con Asopo e Zeus grazie alle voci del Gruppo della trasgressione.
Nella seconda parte, con il teatro forum, detenuti e pubblico individuano i temi emergenti del mito e li attualizzano, dando luogo insieme a nuovi dialoghi e a un nuovo modo di spingere il masso. «Nella mia vita – diceva Sisifo – ho sempre avuto bisogno di situazioni eccezionali e pericolose per sentirmi vivo, distinguermi dagli altri e per essere visto come il più forte». Ingresso libero.
Info: 347.0715564; www.trasgressione.net; www.nuovoteatroariberto.it.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi