Politiche di integrazione, di difesa e di coesione sociale per un’Europa aperta ai Balcani

Vent’anni fa iniziava la guerra in Bosnia, evento che scosse l’Europa dalle fondamenta, giungendo dopo la breve ma intensa stagione della caduta dei muri nel continente.
Le Acli di Milano vogliono cogliere l’occasione per una riflessione ampia che abbracci diversi aspetti di quell’esperienza e promuovono il convegno “Il futuro della Bosnia nel futuro dell’Europa. Politiche di integrazione, di difesa, di coesione sociale per un’Europa aperta ai Balcani”, che si terrà giovedì 9 febbraio, alle 20, presso l’Auditorium L. Clerici (via della Signora 3, Milano).
Intervengono: prof. Mirko Pejanović, già Preside della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Sarajevo, professore ordinario di decentramento amministrativo e Deputato del Parlamento della Federazione Bosniaca; gen. Fabio Mini, già Capo di Stato Maggiore del Comando Nato del Sud Europa e Comandante della Missione internazionale in Kosovo; Paola Villa, presidente nazionale Ipsia Acli e volontaria di “Un sorriso per la Bosnia”.
Modera: Paolo Ricotti, Vicepresidente Acli Milano, Monza e Brianza, con delega a politiche internazionali e di pace.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi