Ultimo appuntamento del ciclo “Le sfide della medicina nella società del benessere”, organizzato dalle Fondazioni Ambrosianeum e Matarelli

Tecnologia Tablet  i-pad  touch screen

Prosegue alla Fondazione Ambrosianeum la stagione degli incontri, con l’ultimo appuntamento del ciclo “Le sfide della medicina nella società del benessere”, organizzato dalle Fondazioni Ambrosianeum e Matarelli. Il tema scelto per la conclusione – che in base alla nuova normativa sanitaria in vigore si svolgerà online sui canali social Ambrosianeum – spazierà dalle nuove droghe alle diverse forme di dipendenza: digitale, alcol, cannabis e altro.

L’incontro “Giovani e nuove dipendenza” (come interpretare la complessità della realtà) a cura di Marco Garzonio e Giorgio Lambertenghi Deliliers si svolgerà (sarà sufficiente collegarsi in tempo reale) giovedì 19 novembre alle 17.30 sulla pagina Facebook e sul canale Youtube di Fondazione Ambrosianeum e resterà fruibile anche in seguito.

Introduce e coordina Corrado Celata, Responsabile UOS Prevenzione Specifica, UOC Promozione della Salute, Agenzia Tutela della Salute, Milano Città Metropolitana.

Intervengono Marco Gui (Professore Associato Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale, Università degli Studi Milano-Bicocca) su “Sovraconsumo e ‘dipendenza digitale’”, Matteo Pacini (Psichiatra delle Dipendenze, Docente Dipartimento di Psichiatria Università degli Studi di Pisa, Centro Medico Visconti di Modrone di Milano:) sul tema “Alcool e nuove droghe” e Tiziana Rubino (Professore Associato Dipartimento di Biotecnologie e Scienza della Vita, Università degli Studi dell’Insubria) che proporrà una riflessione su “Cannabis Light: perché fa male fumare le ‘canne’”.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi