Giuseppe Scordio racconta la sua storia, dalla giovinezza segnata dal calcio all'incontro con Giulio Bosetti e il teatro. Evento a favore de La Nostra Famiglia

Venerdì 10 luglio, al Collegio Rotondi di Gorla minore spettacolo teatrale a favore della Nostra Famiglia (sedi di Cislago, Castiglione e Vedano). Giuseppe Scordio racconta la sua storia, dalla giovinezza segnata dal calcio all’incontro con Giulio Bosetti e il teatro. Il testo e la regia sono di Gianfelice Facchetti.

“Mi voleva la Juve” è la storia vera di un bambino, Giuseppe, cresciuto “allo Stadera”, un quartiere di periferia nella Milano degli anni ’70. Da una parte una famiglia numerosa, in cui il bambino prova a ritagliarsi un proprio posto; dall’altra la strada, una specie di “west” in cui si è costretti a scegliere in fretta da che parte stare. Unica via di fuga: il campetto di calcio del quartiere, una piccola landa dove far correre i sogni insieme agli altri bambini, fino a cadere con la faccia nella polvere. La purezza del gioco a un certo punto svanisce, “la strada” si porta via i compagni e l’illusione di una vita all’attacco. Giuseppe arretra, tocca difendersi e alla fine in un luogo imprevisto chiamato teatro trova l’ unica cosa che conta.

In allegato la locandina con i dettagli.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi