Nel 40° della scomparsa dell’organaro Giuseppe Costamagna, concerto nella chiesa di San Michele Arcangelo e Santa Rita, con Roberto Mucci, organista di fama

Giuseppe Costamagna

Mercoledì 6 aprile alle 21 nella chiesa di San Michele Arcangelo e Santa Rita in piazzale Gabriele Rosa a Milano, si terrà un concerto d’organo per ricordare l’organaro Giuseppe Costamagna, esattamente a 40 di distanza dalla sua scomparsa, avvenuta a Milano il 6 Aprile 1976.
A suonare l’organo F.lli Costamagna della chiesa sarà il M° Roberto Mucci, organista titolare dell’insigne Basilica di S. Maria Maggiore in Bergamo, che ha tenuto oltre duecento concerti in Italia e all’estero. Le musiche di Bach, Haendel, Mendelssohn, Molfino e Arturo Poli risuoneranno nella chiesa dove Giuseppe Costamagna e la sua ditta costruirono nel 1962 l’organo a tre corpi, per un totale di 2600 canne e 30 registri sonori.
Nato nel 1914 a Caramagna Piemonte, Giuseppe Costamagna arrivò a Milano a soli 13 anni lavorando insieme al fratello presso la pregiata ditta organara Balbiani Vegezzi Bossi, divenendone collaboratore espertissimo. A conclusione della seconda guerra mondiale, fondò a Milano una propria casa organaria dalla quale uscirono oltre 100 strumenti, tra cui in Milano a Santa Maria alla Fontana, San Vittore al Corpo, San Nicola in Dergano, San Martino in Lambrate, Pio Albergo Trivulzio e il restauro dell’organo Tamburini dell’Università Cattolica.
Nel 1962 il presidente della Repubblica Antonio Segni gli conferì il titolo di Cavaliere al merito della Repubblica.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi