Chi ha ricevuto un miracolo a Lourdes (riconosciuto ufficialmente) si è raccontato in prima persona. Il giornalista di Tv2000 ha raccolto le testimonianze e le ha pubblicate in un libro che sarà presentato in un tour a più tappe lungo l'Italia. Prossimo appuntamento il 25 alla sede Oftal di Milano

bolzetta

Venerdì 25 gennaio alle ore 20.45, Oftal Milano e Casa Editrice Paoline organizzano un incontro con il giornalista e conduttore di TV2000 Fabio Bolzetta, autore del libro «Miracoli a Lourdes. Il racconto diretto di chi è stato guarito».
Dialogano con l’autore Mons. Paolo Angelino, Presidente Oftal (Opera Federativa Trasporto Ammalati Lourdes); don Andrea Restelli, Assistente Ecclesiastico del Gruppo Giovani Oftal Milano; Rossella Annaloro, Responsabile del Gruppo Giovani Oftal Milano.

Il volume
Il libro nasce dagli incontri personali di Fabio Bolzetta, Giornalista e conduttore di TV2000, con gli ultimi miracolati italiani di Lourdes, dal Trentino Alto Adige alla Sicilia, dal Piemonte alla Lombardia. Cinque i casi raccolti sugli otto miracolati italiani di tutta la storia di Lourdes. Ogni testimonianza è spiegata e accompagnata dalle documentazioni originali custodite dalle Commissioni collegiali mediche e canoniche presso gli archivi diocesani e presso il Bureau des Constatations Médicales di Lourdes. A questi si aggiunge l’intervista, realizzata a Parigi, a suor Bernadette Moriau, 70° e ultimo miracolo di Lourdes annunciato l’11 febbraio del 2018.

Le sei storie sono il cuore di un libro molto denso, che si apre con un breve excursus sulle apparizioni, ci porta nella vicenda dei sei miracolati, per poi presentarci diversi testimoni legati a questo luogo: il parroco della Chiesa dove Bernadette è stata battezzata ed è cresciuta nella fede; il successore di padre Peyramale; il presidente dell’Ufficio delle Constatazioni mediche che raccoglie e appura, anche con l’ausilio di medici atei e in un lunghissimo percorso di anni, le dichiarazioni di guarigione; i cappellani del Santuario come padre Nicola e padre Palmiro, che recitano ogni giorno il santo Rosario da Lourdes in diretta su TV2000; chi ha il compito oggi di custodire il luogo costruito con il mandato affidato durante le apparizioni (« Andate a dire ai sacerdoti che qui si venga in processione e si costruisca una cappella»); chi porta gli ammalati a Lourdes, come l’Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali (Unitalsi) e l’Opera Federativa Trasporto Ammalati Lourdes (Oftal), con la cui collaborazione è stato realizzato questo libro.

E, per finire, l’intervista a uno degli ultimi discendenti della famiglia di Bernadette Soubirous

Quelle scritte dall’Autore sono pagine che si aprono come finestre sulle storie di chi inaspettatamente ha visto accadere nella propria vita qualcosa di sperato forse, ma di assolutamente inatteso: un miracolo. Ad aspettare il lettore ci sono storie straordinariamente ordinarie, esperienze di limite e sofferenza con cui tutti ci misuriamo. Quello che però si riceve non è tanto l’incontro con l’inspiegabile ma la storia vera di chi continua a vivere di fede e con fede la vita di ogni giorno.

Note sull’autore – Fabio Bolzetta, giornalista professionista, in video dal 2002 a TV2000, conduce il telegiornale ed è inviato della redazione giornalistica. Laureato in Scienze della Comunicazione alla Lumsa di Roma, dove insegna come docente a contratto, è autore del volume Voci dal Terremoto. Storie tra macerie e rinascita per non dimenticare (2016). Per Caritas italiana ha curato il video ufficiale del primo anniversario delle scosse. Ha ricevuto il «Premio Bonifacio VIII» e il «Leone d’Argento» a Narni. Nel 2017 gli è stata conferita la «Carta di Cittadinanza Europea» dal Comune di Norcia.

Per Info: Oftal Milano – segreteria@oftalmilano.it)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi