Una famiglia di ebrei italiani in fuga dalla persecuzione nazifascista. Presentazione libro "Auschwitz non vi avrà" di Hassan e Altamore, con Mons. Borgonovo, Rav Sciunnach, Dott. Robiati Bendaud, don Simone Bruno e Alberto Chiara

Auschwitz non vi avrà.indd

Mercoledì 16 gennaio, alle 18, presso l’Auditorium San Paolo di Milano (via Giotto 36), si terrà la presentazione del libro «Auschwitz non vi avrà. Una famiglia di ebrei italiani in fuga dalla persecuzione nazifascista» (Edizioni San Paolo), scritto da Guido Hassan e Giuseppe Altamore.

Oltre agli autori del volume interverranno all’incontro:
– Mons. Prof. Gianantonio Borgonovo, Arciprete del Duomo di Milano;
– Rav David Sciunnach, presidente del Tribunale rabbinico del Centro Nord Italia;
– Dottor Vittorio Robiati Bendaud, coordinatore del Tribunale Rabbinico del Centro Nord Italia;
– Don Simone Bruno, direttore editoriale del Gruppo San Paolo.

Modererà Alberto Chiara, caporedattore di Famiglia Cristiana.

Il libro
Settembre 1943. Dopo l’annuncio dell’armistizio, si scatena la furia nazifascista con la caccia all’ebreo. Sulla sponda piemontese del lago Maggiore, i nazisti della 1ª Divisione Panzer SS “Leibstandarte SS Adolf Hitler” catturano, depredano e uccidono uomini, donne e bambini. Alla fine le vittime ebree finite nel lago saranno almeno 57.
Guido Hassan e la sua famiglia sfuggono miracolosamente al rastrellamento. Sfuma la possibilità di fuga nella vicina Svizzera e per salvarsi Guido, la sorella Fiorella e i genitori si nascondono come topi per mesi in una cantina di Crema grazie al buon cuore di un orefice del luogo, Ernesto May. In seguito, in una gelida notte d’inverno, riusciranno a oltrepassare il confine con la Svizzera.
La storia di questa famiglia ebraica, che inizia nella Libia occupata dal regime fascista, è densa di colpi di scena, a partire da un matrimonio che l’allora governatore di Tripoli Italo Balbo cercò di contrastare con tutti i mezzi…

Guido Hassan, nato a Tripoli nel 1937, proveniente da un’importante famiglia ebraica, si trasferisce in Italia nel 1942 per sfuggire alla guerra che infuria nel Nord Africa. Una volta stabilitosi a Milano con la famiglia, finisce per essere vittima delle Leggi Razziali e per evitare i rastrellamenti nazifascisti tenta la fuga sul lago Maggiore, dove scampa miracolosamente alla retata dei nazisti responsabili della strage di Meina e dintorni del settembre 1943. Appassionato di musica classica, matematica, latino, fotografia, aeronautica, auto, motociclette ed elettronica, Hassan ha studiato ragioneria. Grazie alla sua preparazione tecnica, gli è stato facile passare dall’era analogica a quella digitale, tanto che amava assemblare i computer da solo. Oggi è uno dei più attivi membri della Comunità ebraica di Milano.

Giuseppe Altamore è direttore responsabile del mensile BenEssere, la salute con l’anima del Gruppo Editoriale San Paolo. Giornalista e saggista, vive e lavora a Milano da molti anni, ma le sue radici sono in Sicilia. È autore di Europa, istruzioni per l’uso (Oscar Mondadori, 1992); Tutte le parole dell’economia (Oscar Mondadori, 1994); I predoni dell’acqua (San Paolo, 2004); Acqua Spa (Arnoldo Mondadori, 2006); I padroni delle notizie. Come la pubblicità occulta uccide l’ informazione (Bruno Mondadori, 2006); Dalla stessa radice. Ebrei e cristiani, un dialogo intrareligioso (Lindau, 2016). Appassionato di storia e teologia, da qualche anno è impegnato nel dialogo ebraico-cristiano.

In allegato la locandina dell’evento.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi