Il nuovo volume di «Ricerche storiche» offre studi significativi per i temi trattati

di Fabrizio Pagani

Ricerche-storiche-–-Immagine

La prima parte del volume ci offre il contributo sulla giustizia arcivescovile nella Milano postridentina di Davide Adreani. È un tema che da poco ha suscitato l’interesse degli studiosi per la complessità legata alle dinamiche dello svolgimento di un processo e delle prassi giudiziarie, al sovrapporsi di diverse giurisdizioni e, soprattutto, per la povertà delle fonti.

Segue a questo, lo studio di Lara Maria Rosa Barbieri sul ciclo dei teleri con la vita di Carlo Borromeo conservato al collegio degli Oblati di Rho; un ciclo sostanzialmente ancora sconosciuto e che riprende i temi del più ben noto e studiato ciclo che tutti gli anni può essere ammirato in Duomo in occasione della solennità di san Carlo.

Maria Grazia Pedretti, attraverso lo spoglio della documentazione conservata nel Carteggio ufficiale degli Arcivescovi, prende «in considerazione gli aspetti politici e religiosi che ispirarono i milanesi a combattere per l’emancipazione dalla dominazione austriaca» nel 1848 e ci presenta la figura e l’opera dell’arcivescovo Bartolomeo Carlo Romilli in quel periodo turbolento della storia milanese.

Anche la nostra rivista, ricorda il centenario della nascita di mons. Luciano Migliavacca, maestro della Cappella del Duomo con il saggio curato da Riccardo Santagostino Baldi e da Guido Andreolli, soffermandosi sulla formazione sacerdotale, culturale e musicale del maestro e sul suo contributo al nuovo ordinamento e rinnovamento della Cappella musicale.

Il volume ospita poi i contributi sulla liturgia ambrosiana (M. Navoni), sul Capitolo minore del Duomo (M. Guardamiglio), sulla devozione a san Pietro nella diocesi di Milano (F. Ronchi) e su alcune tele conservate nella ex chiesa cappuccina di Cerro Maggiore (F. Baini).

Chiude il volume la pubblicazione della sezione Carte ritrovate a cura di Bruno Maria Bosatra.

Ti potrebbero interessare anche: