Cattedra di san Pietro apostolo

E’ questa una festa attestata già nel più antico calendario romano, la ‘ Depositio martyrum’, al 22 febbraio [nel nuovo lezionario della liturgia ambrosiana è anticipata a oggi]. Nella Roma pagana, per commemorare i defunti, i romani mangiavano presso le loro tombe, attorno a un posto centrale vuoto, a indicare la presenza dei defunti in mezzo ai loro cari. La festa della Cattedra di san Pietro si sovrappone e sostituisce questa festa pagana; si celebrava già nel V secolo nella basilica di S. Pietro con una veglia notturna presieduta dal papa. La data del 22 febbraio è in realtà la data della festa della cattedra di Antiochia che Pietro ha occupato prima di quella romana, ma si è mantenuta la memoria della cattedra di san Pietro a questa data per sottolineare il fondamento apostolico della Chiesa di Roma, e il servizio di presiedere alla carità che la tradizione antica riconosce a Pietro e ai suoi successori. Oggi si ricorda San Fabiano, papa e martire, di cui ci informa Eusebio di Cesarea, nella sua Storia Ecclesiastica. Appartenente alla comunità di Roma, Fabiano, cristiano autentico e da tutti stimato, si occupava dell’amministrazione della sua campagna. Alla morte di Antero, papa di origine greca, all’unanimità venne scelto come suo successore. Venne consacrato il 10 gennaio 236, e subito si prese cura della comunità, suddividendo la città in sette circoscrizioni ecclesiastiche, affidando ciascuna a un diacono aiutato da un suddiacono, i quali facevano riferimento al presbitero che, incaricato dal papa, provvedeva stabilmente al servizio liturgico. Questi presbiteri incardinati in una chiesa costituirono l’inizio di quello che sarà il collegio dei cardinali. Fabiano si prese cura anche di altre chiese, ordinando vescovi, inviando missionari nelle Gallie, difendendo Origene e occupandosi dei lapsi , cioè di quei cristiani che durante le persecuzioni avevano sacrificato agli idoli per non perdere i propri beni e la vita, e che ora chiedevano di essere riammessi nella comunione ecclesiale. La sua posizione liberale nei confronti dei lapsi contrastava con quella di Cipriano di Cartagine, molto più intransigente nei loro confronti. Quando nel 249 scoppiò la persecuzione di Decio, Fabiano fu preso particolarmente di mira: venne arrestato e martirizzato il 20 gennaio 250. Il suo corpo fu sepolto nella cripta dei papi, nel cimitero di S. Callisto. ** Inizia oggi la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani [18-25 gennaio 2011]: Il tema di quest’anno è "Uniti nell’insegnamento degli apostoli,nella comunione, nello spezzare il pane e nella preghiera" (At 2,42). Tema di riflessione del giorno: “La chiesa di Gerusalemme” . L’itinerario di questa Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani comincia a Gerusalemme il giorno di Pentecoste, all’inizio dell’itinerario della Chiesa stessa.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi