1Pt 4,12-19; Sal 10; Lc 17,22-25 Beati voi se venite insultato per il nome di Cristo, perchè lo Spirito della geloria, che è Spirito di Dio, riposa su di voi. (1Pt 4) "Non meravigliatevi della persecuzione", ci dice l’apostolo Pietro invitandoci a non lasciarci sopraffare da quanto accade nella vita di ogni tempo. Come un incendio scoppia la persecuzione contro quanti vogliono testimoniare il Cristo; verità, giustizia, responsabilità e libertà non sono monete di facile circolazione nè rendono più accettabili coloro che le praticano. Ma non dobbiamo arrossire se per questo veniamo emarginati o perseguitati, Cristo ci insegna che la sofferenza è legata alla sua stessa persona che ne ha fatto la via di redenzione dai nostri peccati. Certo è che non bisogna lasciarsi fuorviare da voci e dicerie, il disegno di Dio non è gestibile da altri, anche se il Figlio dell’uomo viene rifiutato o travisato. Ciò che conta è il bene che si compie in ogni situazione. Preghiamo col Salmo Quando sono scosse le fondamenta, il giusto che cosa può fare? Ma il Signore sta nel tempio santo, il Signore ha il trono nei cieli. I suoi occhi osservano attenti, le sue pupille scrutano l’uomo.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi