III Feria dopo l'Epifania

Ct 4, 7-15. 16e-f; Sal 44 (45); Ef 5, 21-27; Mt 5, 31-32

Tu mi hai rapito il cuore, sorella mia, mia sposa, tu mi hai rapito il cuore con un solo tuo sguardo, con una perla sola della tua collana! (Ct 4,9)

Nella storia il Cantico dei cantici è stato interpretato riconoscendo che l’amore dell’amato con l’amata corrisponde al legame del Signore con la Chiesa, con l’intera umanità.
Concludere il tempo delle feste natalizie accompagnati da questo testo significa fare memoria dell’amore di Dio per ciascuna donna e ciascun uomo, che si rivela definitivamente nella misura in cui si fa essere umano. Pensare che Dio possa rivolgere a ciascuno quelle parole cariche di passione genera il desiderio di rispondergli vivendo pienamente ogni possibilità del nostro amore.

Preghiamo

Entra la figlia del re: è tutta splendore,
tessuto d’oro è il suo vestito.
È condotta al re in broccati preziosi.

dal Salmo 44 (45)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi