VENERDI 18 MARZO

 

Giorno aneucaristico

 

 

Riconosci dunque in cuor tuo che, come un uomo corregge il figlio, così il Signore, tuo Dio, corregge te. Osserva i comandi del Signore, tuo Dio, camminando nelle sue vie e temendolo. (Dt 8, 5-6)

 

 

Quanto pessimismo sterile spegne la gioia del Vangelo! Spesso prevalgono anche tra noi i toni del lamento; eppure le misericordie di Dio scandiscono i passi di ogni uomo e donna lungo la storia, inventano i sussulti della bontà e dell’amore, accompagnano la missione della Chiesa a favore dei poveri e dei popoli. Perché non camminiamo sulle sue vie? Perché non osserviamo i suoi comandi? Siamo troppo concentrati su quanto dobbiamo fare noi; dobbiamo tornare invece, grati e commossi, a fare memoria di quanto il Signore ha fatto e fa per noi e per tutti. Soltanto la memoria grata del suo amore fedele nei nostri deserti può suscitare in noi lo sforzo lieto della fedeltà ai suoi comandi.

 

 

Preghiamo

 

Lampada per i miei passi è la tua parola, e luce sul mio cammino. Ho giurato e lo confermo, di custodire i tuoi precetti. Mia eredità per sempre sono i tuoi insegnamenti, sono essi la gioia del mio cuore. Ho piegato Il mio cuore ai tuoi comandamenti, in essi è la mia ricompensa per sempre.

(Salmo119)

 

[da: La Parola ogni giorno. Dio non ha creato la morte, Quaresima 2016, Centro Ambrosiano, Milano]

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi