Novena di Natale - IV feria prenatalizia

Rut 2,19-3, 4a; Sal 17 (18); Est 7,1-6; 8,1-2; Lc 1,57-66

«Tutti i loro vicini furono presi da timore, e per tutta la regione montuosa della Giudea si discorreva di tutte queste cose. Tutti coloro che le udivano, le custodivano in cuor loro, diendo: “Che sarà mai questo bambino?”. E davvero la mano del Signore era con lui». (Lc 1,65-66)

Già abbiamo riflettuto sul misterioso annuncio della nascita di Giovanni Battista e ci siamo resi conto che tutti i fatti parlavano della presenza di Dio, di una presenza di amore che entra nella storia degli uomini per rinnovarla e rimotivarla. Ogni vita è un dono di amore, è sempre motivo di gioia e di stupore, è riconoscere che Dio continua la sua opera di creatore. Pensiamo alla gioia che proviamo quando qualcuno ci informa della nascita di un bimbo! Pensiamo alla gioia di mamma e papà quando stringono tra le proprie braccia la loro piccola creatura: “che sarà mai questo bambino?”. Dio si rivela in ogni nascita. Chiediamo al Signore di nutrire una profonda stima per ogni bimbo che si apre alla vita, per ogni madre disposta a curare la crescita e l’educazione del cuore e impegniamoci affinché tra noi e intorno a noi cresca una cultura rispettosa della vita umana dal nascere alla sua fine.

Preghiamo

Ridesta in noi il rispetto per ogni vita umana nascente, rendici capaci di scorgere nel frutto del grembo materno
la mirabile opera del Creatore, disponi i nostri cuori alla generosa accoglienza di ogni bambino che si affaccia alla vita.
(Papa Benedetto XVI)

[da LA PAROLA OGNI GIORNO – “ALLA SCUOLA DEL FIGLIO” , Avvento e Natale 2017, Centro Ambrosiano]

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi