II Domenica di quaresima

Es 20,2-24; Sal 18 (19); Ef 1,15-23; Gv 4,5-42

Giunge una donna samaritana ad attingere acqua. (Gv 4,7)

La seconda domenica di Quaresima, ogni anno, presenta il brano del dialogo tra Gesù e la donna samaritana. Ella si reca al pozzo a mezzogiorno per evitare di imbattersi in alcuno, ma ecco che avviene l’incontro con Gesù che le cambia la vita. Lei che non voleva farsi trovare, si ritrova “vittima” di colui che va in cerca delle pecorelle smarrite. Gesù conosce le necessità di questa donna e soddisfa il suo desiderio di sete dandole dell’acqua talmente viva da spingerla ad andare incontro a coloro che lei stessa inizialmente voleva evitare. Allora è proprio vero che l’incontro con Gesù non solo ci cambia, ma ci porta a superare le nostre paure e i nostri limiti perché ci rende consapevoli dell’Amore che è per ciascuno di noi e che ci salva.

Preghiamo

Signore, portaci con te verso Gerusalemme.
Non vogliamo lasciarti solo!
Saremo lì con te durante la tua passione.
Infondi nel nostro cuore il tuo Amore
che diviene dono di vita per noi!
Insegna al nostro cuore ad amare così!

dal Salmo 26

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi