Mercoledì della settimana della III domenica dopo il Martirio di san Giovanni il Precursore

Gc 1, 9-18; Sal 36 (37); Lc 18, 15-17

Carissimi, il fratello di umili condizioni sia fiero di essere innalzato, il ricco, invece, di essere abbassato, perché come fiore d’erba passerà. (Gc 1,9)

In una sola frase Giacomo racchiude l’intera esperienza cristiana e tutta la storia nella quale il Signore si è rivelato: sembra di sentire il cantico di Maria, che riconosce la predilezione del Signore per gli umili, come avvenuto tante volte nella storia di Israele, fino alla sua rivelazione in Gesù. E proprio la vita di Gesù, innalzato sulla croce fino a risorgere e giungere al Padre è il segno di quella fierezza: non si tratta di fingersi umili per forma, ma di mettere in opera lo stesso stile di Gesù, rinunciando a tutto ciò che impedisce di andare verso la vita dal pieno valore.

Preghiamo

È meglio il poco del giusto
che la grande abbondanza dei malvagi;
le braccia dei malvagi saranno spezzate,
ma il Signore è il sostegno dei giusti.

dal Salmo 36 (37)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi