Gen 48,1.8-21; Sal 118 (119), 137-144; Pr 30,1a.24-33; Lc 18,31-34

 

 

Ma quelli non compresero nulla di tutto questo; quel parlare restava oscuro per loro e non capivano ciò che egli aveva detto.     (Lc 18,34)

 

Il terzo annuncio della Passione di Gesù toglie ogni dubbio su quello che sarà il suo destino: verrà consegnato, deriso, insultato, flagellato, ucciso per poi risorgere il terzo giorno. Anche se tutto è stato già detto e riaffermato, quando è in mezzo a certe situazioni, il nostro cuore non capisce; come per difesa non accetta certe verità perché lontane dalla logica umana, lontane da un benessere immediato e dalle nostre sicurezze. Non è facile entrare nella logica di Dio e del Figlio perché la strada che per primi percorrono è impegnativa. Arriva però il momento in cui tutto, per grazia divina, diventa chiaro: l’intervento del Signore Risorto e lo Spirito santo tolgono il velo alle situazioni che non avevamo compreso e danno piena comprensione al piano di Dio!

 

 

Preghiamo

 

O Amore, degno di infinito amore,

tu mi hai amato fino a morire per me.

Disponi di me come a te piace,

sono pronto a tutto, accetto tutto.

Ti dono interamente il mio cuore

e tutta la mia volontà.

   (Sant’Alfonso)

 

[da: La Parola ogni giorno. L’esistenza “in Cristo”, Quaresima e Pasqua 2017, Centro Ambrosiano, Milano]

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi