Gen 41,1b-40; Sal 118(119),129-136; Pr 29,23-26; Gv 6,63b-71 «L’orgoglio dell’uomo ne provoca l’umiliazione, l’umile di cuore ottiene onori. Chi teme gli uomini si mette in una trappola, ma chi confida nel Signore è al sicuro. Molti ricercano il favore di chi comanda, ma è il Signore che giudica ognuno». (Pr 29,23.25-26) Il nostro Padre buono, oggi ci mette in guardia dall’orgoglio perché, a voler mettere in mostra il nostro io, facilmente si rischiano brutte figure. Una persona discreta, che sa stare al suo posto per lasciarne anche agli altri, raccoglie benevolenza, e si fa spazio nei cuori, e non solo. L’umile, non ricercando il favore degli uomini, vive nel timore del Signore, confida solo in Lui e così ne sperimenterà la protezione sicura e fedele. Rimaniamo col Signore, non allontaniamoci da Lui, seguiamo l’esempio di san Pietro che nel Vangelo dice a Gesù tutto il suo desiderio di restare ad ascoltare le Parole di Vita eterna, che nessun altro è in grado di pronunciare, e di cui ha gran bisogno. Preghiamo O Padre, liberaci dalle suggestioni del male e fa’ che rimaniamo nel tuo amore, viviamo della tua vita e camminiamo verso la tua pace. (dalla Liturgia)   [da: La Parola ogni giorno – NASCERE DA ACQUA E SPIRITO – Santità battesimale – Quaresima 2011 – Centro Ambrosiano]

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi