S. Brigida, religiosa, patrona d’Europa Gdt 8,2-8; Sal 10; 1Tm 5,3-10; Mt 5,13-16 «Voi siete il sale della terra; ma se il sale perde il sapore, con che cosa lo si renderà salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e calpestato dalla gente. Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città che sta sopra un monte, né si accende una lampada per metterla sotto il moggio, ma sul candelabro, e così fa luce a tutti quelli che sono nella casa». (Mt 5,13-15) Noi siamo luce in Gesù, e lo diventiamo grazie al battesimo, e siamo chiamati a testimoniarlo attraverso le “opere buone”. E la luce della grazia è nel cuore e, quando c’è, si irradia poi su tutto, in ogni circostanza. La santa che oggi onoriamo, compatrona d’Europa, è stata sposa e madre e, rimasta vedova, si è consacrata a Dio nella vita religiosa. L’amore per Lui ha illuminato tutta la sua vita e l’ha resa appassionata artefice di pace e unità, capace di attrarre anche altri a queste grandi cause, a servizio della Chiesa e della società. Preghiamo Giubilo e lode eterna a Te, Signore Gesù Cristo, per aver mandato nel cuore dei discepoli lo Spirito Santo e per aver comunicato al loro spirito un immenso e divino amore, Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. (Santa Brigida)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi