ORARIO

- ore 15.00 Inizio della preghiera a gruppi nei pressi della II Cappella e salita lungo la via del Sacro Monte recitando il Santo Rosario guidati dagli educatori, secondo le tappe previste.

- ore 16.30 Arrivo alla XIV Cappella, festa e animazione.

- ore 17.00 Preghiera presieduta dal Vicario generale,

S.E. Mons. Mario Delpini e consegna della Croce del “Mandato”.

- ore 18.00 Prevista conclusione.

 

CHI È INVITATO

Sono invitati tutti i quattordicenni della Diocesi (in particolare coloro che si preparano a celebrare o hanno già celebrato nell’anno in corso la Professione di fede) e i loro educatori.

 

I 14ENNI ANCORA INSIEME

Dopo il Pellegrinaggio dei 14enni a Roma, i ragazzi della Professione di fede si raduneranno ancora insieme ad alternare gioia, entusiasmo, preghiera e silenzio durante la tradizionale salita al Sacro Monte di Varese. Questo appuntamento, rivolto ai ragazzi e ai loro educatori, segna un’ulteriore tappa di un itinerario strutturato che trova in questo incontro diocesano un momento altamente simbolico. In esso c’è la suggestione e la fatica della salita, l’accompagnamento degli educatori che guidano e orientano la preghiera, la festa comunitaria, il dialogo con il Vescovo come risposta alle domande della fede. Tutto questo sotto «lo sguardo di Maria» che i ragazzi saranno chiamati a riconoscere e a fare proprio, attraverso la preghiera del Rosario e l’ascolto della Parola di Dio.

Il titolo dell’Incontro diocesano dei 14enni del prossimo sabato 10 maggio al Sacro Monte sarà: «Ti vedo! Con lo sguardo di Maria»

 


L’ITINERARIO DI PREPARAZIONE: TI VEDO BENE 

Il Cammino dei 14enni al Sacro Monte si inserisce in un itinerario che conduce alla Professione di fede e avvia ad un nuovo percorso che apre all’adolescenza e a nuove responsabilità all’interno dell’oratorio e della comunità cristiana. La Professione di fede è il segno di un passaggio ad una maggiore consapevolezza, in cui non può mancare una scelta di testimonianza nel mondo che si fa sempre più necessaria in chi crede. Questo passaggio delicato va accompagnato grazie a una «comunità educante» che se ne prenda cura.

I 14enni sono chiamati quest’anno ad assumere uno sguardo nuovo sul loro modo di stare nel mondo, per comprendere quanto ci sia del «seme buono» del vangelo nella propria vita e nelle proprie azioni quotidiane. È il tema dell’iniziativa pastorale «Il campo è il mondo» che è stata tradotto per i 14enni nel Cammino 14enni 2014 dal titolo «Ti vedo bene». Le schede con i suggerimenti per il percorso sono raccolte nell’omonimo sussidio edito da In dialogo e realizzato dal Servizio per i ragazzi, gli adolescenti e l’oratorio.

L’Incontro diocesano dei 14enni al Sacro Monte riprenderà l’immagine della vista e degli sguardi necessari perché il mondo, cioè la realtà della vita dei ragazzi, sia considerato dagli stessi preadolescenti con occhi nuovi. Con uno sguardo nuovo, 14enni possono così intervenire nel mondo da protagonisti, scegliendo di vivere quelle esperienze che fanno crescere, esercitandosi nella carità nei gesti quotidiani, scoprendo l’amicizia con il Signore Gesù e chiedendo a lui di indicare, per la propria vita, una direzione che sia una risposta alla propria vocazione, quella ad essere innanzitutto credenti!

 

IL TEMA «TI VEDO! CON LO SGUARDO DI MARIA»

L’icona evangelica dell’anno oratoriano «A TUTTO CAMPO», la parabola del buon grano e della zizzania, fa da sfondo a tutto il percorso «Ti vedo bene» e al Cammino dei 14enni al Sacro Monte. Oltre la zizzania occorre vedere il grano buono e comprendere che è proprio l’essere «grano», che è seminato dal Figlio dell’uomo, la nostra condizione in cui dobbiamo imparare, passo dopo passo, a dimorare. Ne va della testimonianza dei credenti nel mondo e del futuro della comunità cristiana, elementi che già si possono intravedere nella gioia, nell’entusiasmo e anche nell’esuberanza dei ragazzi che ci sono stati affidati. Possiamo accompagnarli chiedendo loro di fidarsi e di cercare di purificare sempre di più il loro sguardo, perché sia, appunto, come quello di Maria. La Madre del Signore non è rimasta cieca di fronte al dolore, alla conseguenza del peccato e alla morte, ma ha saputo orientare il suo sguardo per tenerlo fisso su suo figlio Gesù, l’unico che può orientare la vita di ciascuno al bene, fino alla piena felicità.

Diremo ai 14enni di attraversare tutta intera la vita di Gesù, proprio con lo sguardo di Maria (in alcune tappe significative dei misteri del Rosario) e poi di fermarsi ad assaporare la gloria della risurrezione, sentendosi totalmente inseriti nel mistero di gioia che nasce dalla Pasqua.

«Ti vedo!»ci riporta quindi alla contemplazione del Risorto, quella che Maria gusta ogni giorno, dopo aver attraversato la gioia della nascita di suo figlio e il dolore della sua passione e morte. Simbolicamente abbiamo scelto come Icona del Cammino dei 14enni al Sacro Monte questo brano evangelico che sarà al centro del momento di preghiera conclusivo presso la XIV Cappella:

«In quel tempo. Il Signore Gesù capì che volevano interrogarlo e disse loro: “La donna, quando partorisce, è nel dolore, perché è venuta la sua ora; ma, quando ha dato alla luce il bambino, non si ricorda più della sofferenza, per la gioia che è venuto al mondo un uomo. Così anche voi, ora, siete nel dolore; ma vi vedrò di nuovo e il vostro cuore si rallegrerà e nessuno potrà togliervi la vostra gioia.”» (Gv16, 21-22).

La gioia del Risorto già ci appartiene. Vorremmo comunicarla ai 14enni della Professione di fede perché sia la stessa che poi possa orientare e guidare il loro cammino, dentro le relazioni e gli ambiti di vita. E non si sentano spersi e non accompagnati quando dovranno affrontare i cambiamenti che la crescita imporrà loro.

 

PREGANDO CON LO SGUARDO DI MARIA

Gli educatori possono chiedere ai ragazzi di aver fiducia, di fidarsi di quello che riusciamo loro a trasmettere non solo con le parole, non solo con l’esempio di una vita coerente ma con il desiderio di condividere con loro un pezzo di cammino, nel disinteresse e nella gratuità ma anche con profondo affetto, stima e rispetto nei loro confronti. È questo uno dei significati più belli che ha il Cammino dei 14enni al Sacro Monte. Una salita fatta insieme e guidata dagli educatori che sanno mettersi in gioco pregando con i ragazzi e parlando loro quasi a tu per tu del Vangelo. La preghiera del Rosario è in qualche modo la preghiera dei «compagni di viaggio» che sanno che Maria, la Madre del Signore, può rispondere a molte delle domande che abbiamo nel cuore. Maria ha attraversato come noi tutte le dimensioni della vita e quindi sa che cosa significa crescere, ricevere richieste inaspettate, affrontare le proprie responsabilità, vivere momenti di sofferenza, provare una profondissima gioia. La vita non è estranea alla nostra Madre e noi, come suoi figli, possiamo davvero acquisire il suo sguardo per vedere il mondo in modo disincantato ma anche per avere occhi che sanno rispondere al desiderio di felicità di tante persone. Maria come tutti i discepoli del Signore ha risposto al mondo con l’amore gratuito e il dono di sé. Mentre gli educatori salgono al Sacro Monte possono chiedere ai ragazzi di fare lo stesso con coraggio e con fedeltà, per continuare a essere quel «grano buono» di cui il mondo ha bisogno e mettercela tutta per trasformarlo, affinché siano in tanti ad accorgersi, con lo sguardo, del bene che il nostro mondo custodisce.

 

PER COMPIERE IL CAMMINO

Giunti al Sacro Monte di Varese i ragazzi avranno con loro il foulard colorato e il libretto della celebrazione (ritirati dagli educatori e dai responsabili all’atto dell’iscrizione).

Ci si suddividerà in piccoli gruppi, accompagnati ciascuno da uno o più educatori che spiegheranno il significato della salita e inviteranno i ragazzi a vivere il momento con intensità e partecipazione.

La prima sosta sarà subito alla II Cappella dove si avvierà la preghiera a gruppi.

Gli educatori inviteranno a intraprendere la salita al Sacro Monte nel silenzio e nella preghiera comune attraverso la recita del Santo Rosario.

È utile che l’educatore si prepari per tempo, leggendo il libretto per la preghiera (consegnato all’atto dell’iscrizione) e valutando che cosa sia opportuno dire ai ragazzi (cfr. sopra).

Il cammino sarà percorso con calma e in autonomia sino alla XIV Cappella dove i gruppi saranno invitati a riunirsi prima per fare festa e poi per vivere il momento conclusivo della preghiera comune.

Alle ore 16.30 circa inizierà un breve momento di animazione che si concluderà intorno alle ore 17.00, quando i quattordicenni saranno ancora invitati a mettersi in ascolto e a pregare questa volta tutti insieme. Il momento di preghiera è strutturato nella forma del dialogo fra alcuni ragazzi e il Vescovo che risponderà alle loro domande. La preghiera conclusiva sarà presieduta da Sua ecc.za mons. Mario Delpini, Vicario generale della Arcidiocesi di Milano.

Durante la celebrazione i ragazzi riceveranno la Crocedel Cammino 14enni, un segno distintivo del Mandato che la Chiesa consegna a ciascuno di loro.

Al termine i quattordicenni si riuniranno nei propri gruppi per ridiscendere verso casa.

  


IL SACRO MONTE  

Per raggiungere il Sacro Monte di Varese:

con mezzi propri: in Varese seguire indicazioni Sacro Monte e quanto predisposto dalla vigilanza urbana.

N.B.: se si organizza il pullman è indispensabile ritirare il pass per accedere al posteggio così come indicato all’atto dell’iscrizione.

Attenzione! Le informazioni sul parcheggio e la viabilità saranno disponibili prima dell’Incontro sul sito internet www.chiesadimilano.it/pgfom.

in treno: sia Ferrovie Nord che FS, al piazzale prendere il bus linea C, scendere alla prima Cappella.

 



ISCRIZIONI E RITIRO MATERIALI CAMMINO 14ENNI 

L’iscrizione è obbligatoria anche per reperire il materiale occorrente.

Si effettua da lunedì 28 aprile 2014.

All’atto dell’iscrizione del gruppo sarà possibile ritirare:

- il pass per il posteggio dei pullman e le indicazioni per il parcheggio

- il foulard

- il libretto per la preghiera

È chiesto a tutti un contributo spese di 5 € a persona.

 



ATTENZIONE! 

L’iscrizione e il ritiro del materiale occorrente per l’incontro dei 14enni al Sacro Monte saranno possibili esclusivamente presso la libreria In Dialogo (via Sant’Antonio, 5 – Milano) da lunedì 28 aprile 2014.

Gli orari di apertura della libreria In Dialogo sono i seguenti:

dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00;

il sabato dalle 9.00 alle 12.00.

Il modulo di iscrizione è a disposizione sul sito internet www.chiesadimilano.it/pgfom (sezione «preadolescenti»).