Un luogo simbolico, nato con l'inizio di Expo nel 2015, che continua ad accogliere, in uno spazio bello, arricchito da opere d'arte, persone senza dimora o in grave difficoltà. I ragazzi degli oratori potranno scoprire il Refettorio Ambrosiano, mensa solidale nel quartiere Greco di Milano, e comprendere il suo messaggio contro lo spreco del cibo.


Il Refettorio Ambrosiano è una mensa solidale e uno spazio d’arte: si trova nel quartiere di Greco a Milano ed è stato aperto da Caritas Ambrosiana nel maggio 2015.

È un luogo altamente simbolico: un vecchio cinema parrocchiale ormai in disuso trasformato in un luogo di accoglienza sia bello che buono.

“Buono” perchè è un luogo di solidarietà dove viene offerto un pasto caldo a persone senza dimora o in grande difficoltà e dove operano oltre 90 volontari, “bello” perchè arricchito da meravigliose opere d’arte.

Aperto in concomitanza con l’inizio di Expo, oggi continua la sua attività anche dopo l’Esposizione Universale, cucinando con le eccedenze alimentari di alcuni supermercati, per continuare a diffondere un messaggio contro lo spreco.

 

«Purtroppo nella nostra epoca, così ricca di tante conquiste e speranze, non mancano poteri e forze che finiscono per produrre una cultura dello scarto; che non risparmia niente e nessuno» – Papa Francesco

 

Un posto ideale per riflettere su temi quali lo spreco, la povertà, l’accoglienza, la rinascita e la solidarietà.

 

Il laboratorio

Gli animatori di Caritas Ambrosiana stimoleranno la riflessione su alcuni aspetti legati al cibo, allo spreco, alla povertà e alla condivisione.

Destinatari: scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado

Durata: 3 ore (dalle 11.00 alle 14.00)

Finalità: aumentare la consapevolezza dei ragazzi su problemi quali la povertà e lo spreco, e capire come ognuno di noi può dare un contributo.

 

Due sono i temi su cui si articolano le attività del laboratorio:

1- Capire lo spreco: 1/3 di tutto il cibo prodotto viene buttato. Andiamo a vedere come si spreca, quando, quanto e qual è il vero valore del cibo.

2- Conoscenza: chi frequenta il Refettorio? L’incontro e il dialogo hanno un valore enorme, permettono di riconoscere reciprocamente il valore dell’altro. I ragazzi intervisteranno a piccoli gruppi alcuni ospiti e volontari del Refettorio.

 

Metodologia

Per lo svolgimento delle attività viene utilizzata una metodologia d’animazione interattiva, volta non solo a informare o sensibilizzare su particolari tematiche, quanto piuttosto a creare consapevolezza e proporre nuovi atteggiamenti e comportamenti.

Si propone ai destinatari di realizzare veri e propri laboratori di esperienza: i ragazzi, in piccoli gruppi, incontreranno gli ospiti e i volontari per scoprire le loro storie e le loro motivazioni, per poi rielaborare insieme quanto emerso.

I ragazzi possono avvicinarsi così in modo semplice e diretto ai temi proposti e ogni singolo partecipante, nei limiti delle sue possibilità, è chiamato ad esprimersi, educandosi all’ascolto e alla partecipazione.

 

Attivazione e costi

Entrambe le proposte verranno attivate al costo di 10 € a persona con un numero minimo di 40 partecipanti e un massimo di 96 (accompagnatori inclusi).

 

Gli animatori

Animondo è un gruppo di volontari che, dopo varie esperienze nel mondo con Caritas Ambrosiana, si è formato sui temi dell’educazione alla mondialità e si propone alle scuole e alle parrocchie della Diocesi per riflettere insieme attraverso il gioco e l’animazione.

Sono inoltre disponibili ad organizzare incontri sui territori su tematiche diverse: stili di vita, ambiente, migrazioni, accoglienza… e molto altro ancora!
Informazioni e richieste:

• Tel. Animondo 0276037241

• Mail: animondo@caritasambrosiana.it

• Sito: www.caritasambrosiana.it/internazionale/animondo

 

 

Ti potrebbero interessare anche: