24.10.2012

«Riscoprire i contenuti della fede professata, celebrata, vissuta e pregata, e riflettere sullo stesso atto con cui si crede, è un impegno che ogni credente deve fare proprio, soprattutto in questo Anno… la conoscenza dei contenuti di fede è essenziale per dare il proprio assenso, cioè per aderire pienamente con l’intelligenza e la volontà a quanto viene proposto dalla Chiesa. La conoscenza della fede introduce alla totalità del mistero salvifico rivelato da Dio» (Benedetto XVI, Porta Fidei).

«L’uomo che crede conosce il Padre e colui che il Padre ha mandato e impara a rivolgersi al Padre perché lo Spirito Santo abita nel suo cuore e gli insegna a pregare, a vivere, ad amare con gli stessi sentimenti di Gesù» (Cardinale Angelo Scola, Alla scoperta del Dio vicino).

È una scelta coraggiosa quella di dedicare un percorso di animazione in oratorio ai contenuti della fede. Anche se non basterebbe l’intero «Anno della fede» per trasmetterli pensiamo che, con l’impegno di tutti, si possano riservare i quasi quaranta giorni del tempo di Avvento ambrosiano per suggerire ai ragazzi quale sia l’essenziale della nostra fede.


Perché dovremmo interrogarci e, soprattutto, dare risposte su chi è Dio, chi sono il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, che cosa è la Chiesa, quale è il nostro impegno di cristiani nel mondo proprio in preparazione al Natale?
Perché non si può accogliere il dono del Signore Gesù senza esserne un minimo consapevoli. E noi abbiamo la responsabilità di un annuncio che possa essere accolto e condiviso con la testa e con il cuore, anche dai più giovani. Non si potrà conoscere tutto, ma occorre almeno far passare l’idea che, per credere, occorrono l’intelligenza e la conoscenza! Le più grandi scoperte avvengono quando ci si lascia coinvolgere completamente, attivando la curiosità, lo studio, la passione, il tempo, la ricerca, l’ingegno e la ragione. E noi, con i nostri ragazzi, siamo chiamati quest’anno a fare la «scoperta» più preziosa della storia dell’umanità: scoprire che Dio è vicino! È questo l’impegno della nostra Chiesa ambrosiana nell’Anno della fede!

Proprio il nostro Arcivescovo Angelo Scola, nella sua lettera pastorale Alla scoperta del Dio vicino, ci ha spiegato che la fede in Cristo è conoscenza: «L’incontro con Gesù è esperienza che contiene in sé le ragioni che persuadono alla sequela e dispongono ad accogliere la rivelazione del mistero che solo il Figlio conosce».

Ci mettiamo allora alla scuola della Parola di Dio e dei testimoni della fede che ci hanno trasmesso nei secoli i contenuti della fede. La Chiesa, fondandosi sulla Rivelazione, ci ha dunque tramandato un Patrimonio di conoscenza che noi vorremmo, nel nostro piccolo e attraverso il metodo semplice dell’animazione, passare alle giovani generazioni, trovando le modalità per una comunicazione simpatica ed efficace e – perché no – divertente e festosa, proprio in vista del Natale.


Qual è l’obiettivo dell’animazione dell’Avvento in oratorio?
Consiste nello scoprire che, con la venuta del Signore Gesù, ormai Dio è vicino. Grazie al suo messaggio e al dono del suo Spirito, noi ora possiamo conoscere l’essenziale, tutto ciò che serve sapere per la nostra vita. È così che la fede può incarnarsi nella vita. I contenuti della fede ci aiutano a comprendere e quindi a scegliere di stare con il Signore compiendo quello che noi abbiamo chiamato il salto della fede.

Come abbiamo cantato, a partire dalla festa di apertura degli oratori, «il salto della fede promette novità, non è un salto nel buio ma nella verità…». Qualcosa della verità che abbiamo conosciuto vorremmo consegnarlo ai più piccoli, proprio con il coraggio di chi crede.

Se questa scelta verrà condivisa, occorrerà mettere in moto la fantasia e l’abilità di responsabili, educatori, catechisti e animatori per trovare le forme per far passare i contenuti della fede attraverso la vita quotidiana dell’oratorio, con i suoi tempi, le sue attività e proposte. La sfida è quella della chiarezza del messaggio e dell’individuazione delle definizioni che possono aiutare i ragazzi a capire i fondamenti della vita cristiana, grazie al dono della sintesi. Il doppio movimento dell’Avvento in oratorio sarà da un lato suscitare la curiosità e il desiderio di conoscenza della propria fede, e dall’altro fornire le risposte, perché esse sono una scoperta che ci è stata svelata.


Come possiamo comunicare i contenuti della fede durante l’Avvento?
Gli strumenti che suggeriamo di utilizzare per trasmettere i contenuti della fede sono il Compendio del Catechismo della Chiesa cattolica, Youcat, i catechismi CEI per le diverse fasce di età (disponibili anche on line sul nuovo sito www.educat.it). Ogni settimana potremo trovare il modo per comunicare una «verità di fede» attraverso un messaggio sintetico che potrà essere ripetuto in più occasioni: durante la Messa domenicale, la preghiera settimanale in oratorio, un breve raduno prima del catechismo, l’utilizzo «accompagnato» del Calendario dell’Avvento ambrosiano, un momento specifico di ritiro, la preghiera in cappellina etc. Si potranno studiare una cartellonistica e un impianto comunicativo dell’oratorio che possano lanciare dei messaggi utilizzando le porte dell’oratorio, le bacheche, la cappella dell’oratorio, il sito internet, i social network etc.


Ogni settimana ci porremo una domanda «fondante»: 1. Chi è Dio Padre? 2. Chi è il Figlio di Dio? 3. Chi è lo Spirito Santo? 4. Cos’è la Chiesa? 5. Qual è il nostro impegno di cristiani nel mondo? 6. Come preghiamo?


Il materiale sarà scaricabile on line!

Daremo supporto alle attività dell’oratorio a tema per l’Avvento 2012 con del materiale scaricabile, che sarà disponibile in questa pagina. Il materiale prodotto sarà in continuo aggiornamento e prelevabile nel mese di novembre.

Saranno a disposizione: i testi per la preghiera settimanale in oratorio e alcuni spunti per l'animazione della Messa; un gioco-contenitore con prove da realizzare lungo le settimane di Avvento; una caccia al tesoro e una proposta di festa in oratorio; un percorso con attività per i preadolescenti; lo schema per un ritiro; attività di supporto sui contenuti della fede; presentazione tematica del Calendario dell’Avvento ambrosiano 2012 e schemi per la Celebrazione penitenziale prima di Natale per le diverse fasce d'età.

Non sarà fornito un sussidio cartaceo, ma materiale on line che potrà essere reimpostato dal gruppo animatori di ciascun oratorio, ricalibrando i contenuti secondo le esigenze e le potenzialità.

 

 

1. L'Avvento, «dove ti porta»? ->