Accompagnare spiritualmente un giovane nel suo cammino di crescita è insieme una grazia e una responsabilità: questo seminario desidera aiutare l'esercizio del discernimento nei giovani, delineando la figura e i compiti della guida spirituale nell'attuale contesto contraddistinto da un radicale cambiamento d'epoca.


Accompagnare spiritualmente un giovane nel suo cammino di crescita è insieme una grazia e una responsabilità.

Così si legge nel Documento Preparatorio del Sinodo dei Vescovi sui giovani: «Per accompagnare un’altra persona non basta studiare la teoria del discernimento; occorre fare sulla propria pelle l’esperienza di interpretare i movimenti del cuore per riconoscervi l’azione dello Spirito, la cui voce sa parlare alla singolarità di ciascuno. L’accompagnamento personale richiede di affinare continuamente la propria sensibilità alla voce dello Spirito e conduce a scoprire nelle peculiarità personali una risorsa e una ricchezza. Si tratta di favorire la relazione tra la persona e il Signore, collaborando a rimuovere ciò che la ostacola».

E ancora: «Il ruolo di adulti degni di fede, con cui entrare in positiva alleanza, è fondamentale in ogni percorso di maturazione umana e di discernimento vocazionale. Servono credenti autorevoli, con una chiara identità umana, una solida appartenenza ecclesiale, una visibile qualità spirituale, una vigorosa passione educativa e una profonda capacità di discernimento. A volte, invece, adulti impreparati e immaturi tendono ad agire in modo possessivo e manipolatorio, creando dipendenze negative, forti disagi e gravi controtestimonianze, che possono arrivare fino all’abuso. Perché ci siano figure credibili, occorre formarle e sostenerle, fornendo loro anche maggiori competenze pedagogiche».

Questo seminario, proseguendo il cammino iniziato negli ultimi due anni pastorali, si porrà l’obiettivo di aiutare l’esercizio del discernimento nei giovani, delinenando la figura e i compiti della guida spirituale.

Il percorso, anche in forma laboratoriale, coinvolgerà direttamente i partecipanti guidati da alcuni esperti e affronterà gli elementi di base per l’accompagnamento dei giovani.

Destinatari: sacerdoti, religiosi/e, consacrati/e e laici che desiderano comprendere cosa significhi accompagnare un giovane.

Temi, date degli incontri e relatori:

DIVENTARE GRANDE
Chi è l’uomo del 2018?
Data: sabato, 20 gennaio 2018
Luogo: Centro diocesano Casa I. Schuster – via S. Antonio, 5 – Milano
Orario: dalle ore 10.00 alle ore 13.00
Relatore: Mons. Pierangelo Sequeri – Teologo e preside del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II

L’ACCOMPAGNAMENTO SPIRITUALE OGGI
La forte evoluzione tecnologica, i social network… fanno emergere aspetti inediti dell’umano?
Data: sabato, 27 gennaio 2018
Luogo: Centro diocesano Casa I. Schuster – via S. Antonio, 5 – Milano
Orario: dalle ore 10.00 alle ore 13.00
Relatrice: Prof.ssa Alessandra Carenzio – Docente presso la facoltà di Scienze della formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

L’ABC DELL’ACCOMPAGNAMENTO SPIRITUALE
Quali attenzioni “minimali” è necessario avere perchè si possa parlare di accompagnamento spirituale?
Data: sabato, 3 febbraio 2018
Luogo: Centro Pastorale Ambrosiano – via S. Carlo, 2 – Seveso (MB)
Orario: dalle ore 10.00 alle ore 13.00
Relatore: don Michele Gianola – Direttore dell’Ufficio nazionale per la Pastorale delle vocazioni

Iscrizioni: compilando l’apposito modulo online entro e non oltre giovedì 18 gennaio 2018

Informazioni:
Servizio per i Giovani e l’Università
Via San Carlo, 2 – 20822 Seveso (MB)
Tel. 0362 647500; E-mail: giovani@diocesi.milano.it

Ti potrebbero interessare anche: