Un pomeriggio di solidarietà e divertimento dedicato a tutta la famiglia per festeggiare il primo compleanno dell’emporio in cui il denaro non serve. Nel primo anno aiutate più di 1000 persone e donate oltre 70 tonnellate di prodotti

spesa_sospesa_primo_bilancio-1900x700_c

Venerdì 18 maggio, dalle 15 alle 21, a SoliDando (via Calatafimi 10, MIlano) chi fa la spesa “paga”, ma non porta a casa nulla. Non è la bizzarra trovata pubblicitaria di un comune supermercato, ma la possibilità per tutti i cittadini di sostenere con un gesto concreto tante famiglie in difficoltà economica.

In questa giornata all’interno dell’emporio solidale di iBVA – associazione non profit che a Milano opera a favore dei minori e delle famiglie italiane e straniere in condizioni di disagio sociale ed economico – sarà infatti possibile fare normalmente la spesa scegliendo i prodotti tra gli scaffali, ma pasta, olio e zucchero invece di essere portati a casa rimarranno in “sospeso” per le persone più vulnerabili che qui trovano aiuto. L’offerta versata a copertura degli acquisti contribuirà inoltre a sostenere il progetto e a garantirne la prosecuzione.

Inoltre per l’intero pomeriggio, a partire dalle 15, nel giardino di iBVA con vista sulla Basilica di Sant’Eustorgio sono previsti giochi, tornei di calcio, biliardino, ping pong e merenda con musica e divertimento per tutta la famiglia. Una vera festa di compleanno per SoliDando che apre così le sue porte all’intera cittadinanza (per i tornei è consigliato prenotare allo 02 49524600 oppure scrivendo a alessandra.bianchi@ibva.it).

Inaugurato un anno fa, SoliDando è il primo supermercato nel centro di Milano in cui chi si trova in un momento di difficoltà economica può fare la spesa senza spendere soldi grazie a una tessera a punti. Rilasciata da iBVA a seguito di una puntuale verifica delle condizioni socio-economiche dei richiedenti, sulla tessera è caricato ogni mese un punteggio da cui, di volta in volta, viene scaricato quello corrispondente ai prodotti acquistati (sugli scaffali il prezzo dei beni non è espresso in denaro, ma in punti). Grazie alla “spesa sospesa” chi già beneficia del progetto potrà arricchire il proprio carrello senza intaccare il monte punti a propria disposizione.

Alla sua apertura l’obiettivo di SoliDando era quello di dare aiuto nel primo anno a 150 nuclei familiari, per un totale di oltre 560 persone, ma in questo periodo di attività l’emporio ha già superato le previsioni arrivando a distribuire 345 tessere, per un totale di oltre 1.000 beneficiari a cui sono stati distribuiti 133.245 prodotti per un totale di 71.111 kg di merce. Per dare maggiori possibilità di accesso rispetto all’iniziale apertura, grazie alla disponibilità dei numerosi volontari, è stato inoltre ampliato l’orario, aggiungendo a martedì e venerdì (9-13), anche il lunedì e il giovedì pomeriggio (14-17).

SoliDando è un modello innovativo di fare solidarietà, che mira a salvaguardare la dignità delle persone, non più costrette a mettersi in coda per ricevere il pacco-viveri, ma libere di scegliere i prodotti in base alle proprie esigenze, in un contesto accogliente e ben organizzato. Una realtà che è anche luogo di incontro, in cui trovare – anche tramite gli altri servizi di iBVA – opportunità di uscita dalla condizione di disagio.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi