In Curia arcivescovile una tavola rotonda sul pellegrinaggio settimanale degli ortodossi a Milano e sui luoghi di culto della Terra santa. Ricordando anche l'«ecumenismo del sangue»

di Massimo Pavanello
Responsabile Servizio Turismo e pellegrinaggi

ortodossi

A certuni basta un tweet. Allora, eccolo: «Attirerò tutti a me. I più, arriveranno attraverso un pellegrinaggio». Coloro che invece volessero approfondire (consigliato) sono invitati a partecipare alla tavola rotonda che i Servizi diocesani del Turismo e dell’Ecumenismo organizzano martedì 19 giugno – dalle 10.30 alle 12 – presso la Curia arcivescovile (piazza Fontana 2, Milano). L’ingresso è libero. L’incontro vale come aggiornamento per gli “accompagnatori di Terra Santa”. A chi ne farà richiesta sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Come ogni anno, all’inizio della stagione estiva, l’Ufficio diocesano propone uno stimolo per la riflessione circa il tempo della vacanza. Le precedenti edizioni hanno visto una interlocuzione con le guide turistiche, i concierge d’albergo, le famiglie, ecc. Quest’anno l’esplorazione indagherà il pellegrinaggio in ambito ecumenico, sintonizzandosi col lavoro operato da “La Chiesa dalle genti”.

Il testo preparatorio del Sinodo minore prevede esplicitamente una traccia, da condividere con le comunità cristiane e le comunità di altre religioni presenti sul territorio. Nel paragrafo «Attirerò tutti a me» si chiede, tra l’altro: «Quanto questa prospettiva aiuta le nostre Chiese a vivere il cammino ecumenico, così come si va costruendo in questi anni? Quali esperienze possiamo raccontare? Come guardiamo all’esperienza di sofferenza e di martirio che i cristiani delle varie Chiese sperimentano in molte parti del mondo?».

Proprio la narrazione sarà la cifra della mattinata, nella quale si rifletterà sul pellegrinaggio: in particolare, come è inteso e vissuto dalla Chiesa cattolica e come è inteso e vissuto da quella ortodossa russa. Prenderanno la parola i responsabili degli uffici promotori, chi scrive e Roberto Pagani.

Ma due saranno i relatori principali. L’Archimandrita Amvrosiy Makar – responsabile della parrocchia ortodossa di Sant’Ambrogio di Milano – comunicherà la prassi della sua comunità: ogni settimana, per esempio, i russi ortodossi visitano le chiese cattoliche milanesi dove si trovano i martiri del primo millennio. Martedì pregano davanti alle reliquie di San Vittore, mercoledì nella Basilica di San Lorenzo, giovedì in Sant’Ambrogio presso le reliquie del Santo e dei martiri Gervaso e Protaso e venerdì in Duomo per onorare Santa Tecla. Oltre a un calendario preciso, esiste pure una guida turistica (scritta solo in cirillico) che propone l’itinerario cittadino per i fedeli russi.

Giuseppe Caffulli, direttore della rivista Terrasanta, ricorderà invece come i luoghi santi di quella regione siano tutti luoghi ecumenici. Meta di pellegrinaggio per ogni denominazione cristiana. Oltre che gestiti congiuntamente attraverso l’equilibrio dello Status quo. E aggiungerà che la Terra santa è attuale terra di martirio e di «ecumenismo del sangue». Per questo ogni pellegrinaggio “rituale” non può dimenticare il pellegrinaggio/esodo “reale” dei cristiani perseguitati. Il cammino di devozione prevede sempre un ritorno. Non capita così spesso, invece, a chi fugge.

Un incontro sul tema «Il pellegrinaggio come occasione di scambio teologico, spirituale e culturale», si è svolto il mese scorso anche a Roma, alla presenza di una delegazione del Patriarcato russo ortodosso e di una delegazione della Conferenza episcopale italiana.

Quella del cammino spirituale è una esperienza trasversale. Tocca ogni età, epoca, cultura e geografia. Lo dimostra il suggerimento dato da papa Francesco in preparazione al Sinodo dei giovani. Ha chiesto loro di poterli incontrare a Roma, a metà agosto. Precisando però che all’appuntamento dovranno giungere «Per mille strade», cioè solo attraverso un pellegrinaggio. Poiché “sinodo”, vuol dire “camminare insieme”. Un significato che vale sia per quello Universale sia per quello Minore.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi