Nei quattro sabati di marzo una proposta per i giovani che stanno coltivando un forte interrogativo nel loro discernimento vocazionale

salto di qualità

Le varie forme di accompagnamento desiderano, come si legge nel documento preparatorio della XV Assemblea generale ordinaria del Sinodo dei vescovi, «favorire la relazione tra la persona e il Signore, collaborando a rimuovere ciò che la ostacola». L’accompagnamento e il discernimento vocazionale sono, quindi, il punto focale della Pastorale giovanile.

Per questo motivo, il Servizio per i giovani e l’università della Diocesi di Milano offre ai giovani alcuni percorsi per vivere il discernimento vocazionale: tra questi in Quaresima vi è una proposta rivolta a quei giovani (dai 18 ai 30 anni) che coltivano un forte interrogativo su una possibile vocazione al sacerdozio o alla consacrazione nella verginità. Si tratta dell’iniziativa «Un coraggioso salto di qualità», realizzata in collaborazione con il Seminario arcivescovile e le Ausiliarie diocesane. Sono in programma quattro incontri, sabato 3, 10, 17 e 24 marzo, dalle ore 15.30 alle 19.30, presso il Centro pastorale ambrosiano a Seveso (via San Carlo 2).

In queste occasioni si offrono il contesto, gli strumenti e l’accompagnamento per aiutare i i giovani nel loro discernimento. Per parteciparvi si richiede una buona motivazione ed è utile, quando possibile, farsi presentare dalla propria guida spirituale. Gli incontri prevedono alcuni momenti di preghiera comunitaria e meditazioni distinte per approfondire le diverse scelte dei ragazzi e delle ragazze.

«Un coraggioso salto di qualità: che cosa lo rende possibile? Sono diversificati gli avvenimenti o i testimoni che hanno propiziato, nei diversi passaggi della nostra vita, un qualche salto nel percorso di fede e vocazionale. Si deve però affermare che, in radice, è stato sempre l’incontro col Signore Gesù, cui quegli accadimenti e testimoni rimandavano, a incoraggiare nuovi passi – spiega, sulla rivista del Seminario La Fiaccola di febbraio, don Enrico Castagna, pro rettore della Comunità propedeutica e del Biennio teologico del Seminario arcivescovile a Venegono Inferiore -. Un coraggioso salto di qualità: perché questo si ripeta opportunamente nel nostro cammino personale ed ecclesiale, occorre che ci si dedichi a custodire le condizioni che permettono di rimanere di fronte al Signore Gesù, a Lui che parla a ciascuno, a Lui che ha a cuore che la nostra vita si compia nell’amore. La Quaresima è, a questo riguardo, un dono prezioso; essa vorrebbe sospingerci a quegli opportuni “esercizi” spirituali che consentono di discernere e compiere passi e salti innanzi. Auguri dunque ai giovani che sono chiamati ad un particolare cammino di discernimento e avranno il coraggio di affrontare una qualche sosta spirituale in queste prossime settimane».

Iscrizioni: per i ragazzi, don Enrico Castagna (tel. 0331.867111; enricocastagna@seminario.milano.it; Seminario arcivescovile – via Papa Pio XI, 32 – Venegono Inferiore); per le ragazze: Maria Regina Banfi (cell. 338.7338877; mariaregina.banfi@ausiliariediocesane.it; Ausiliarie diocesane – via S. Francesco, 1/A – Seveso).

Informazioni: Servizio per i giovani e l’università (via San Carlo 2, Seveso – tel. 0362.647500; giovani@diocesi.milano.it).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi