29.11.2012

I contributi raccolti nella prima fase del Fondo Famiglia Lavoro hanno aiutato migliaia di persone ad affrontare la crisi. Oggi la sfida è più alta: occorre riattivare i percorsi che portano a riavere un posto di lavoro.

Grazie ai contributi che verranno raccolti il Fondo potrà aiutare chi ha perso il lavoro a riqualificarsi, ad aprire una piccola attività imprenditoriale, a disporre di un accompagnamento per far crescere le imprese già esistenti.

Si tratta di “scommettere” sulle persone, contribuendo a donare lavoro con la propria offerta personale (detraibile). Ma il discorso non riguarda solo singoli offerenti: anche le aziende possono contribuire destinando al Fondo, per esempio, il valore del pacco-dono natalizio, oppure promuovendo una raccolta fondi tra i dipendenti e integrandola con un’offerta.

Le risorse raccolte saranno destinate alle famiglie in difficoltà. Ciò verrà garantito dall’attivazione di quattro strumenti: percorsi di orientamento e formazione mirata, interventi di microcredito, accompagnamento e formazione di nuove imprese, contributi a fondo perduto.

Per maggiori informazioni gli interessati a contribuire possono contattare la Segreteria del Fondo Famiglia Lavoro: tel. 02.58431212.