29.11.2012

Gli interventi previsti dalla seconda fase del Fondo Famiglia Lavoro si rivolgono a persone che:
- risultino prive di occupazione
- siano disoccupate di breve periodo (dal luglio 2011)
- abbiano almeno un figlio a carico
- risiedano sul territorio della Diocesi di Milano.

Le persone che rispondono a questi requisiti possono rivolgersi alle sedi dei Distretti del Fondo per un colloquio (la mappa dei Distretti è in allegato nel box in alto a sinistra).

Il colloquio è finalizzato alla conoscenza dell’esperienza lavorativa e della situazione economica del nucleo familiare per poter proporre un percorso il più possibile personalizzato di riavvicinamento al mondo del lavoro e/o di sostegno economico. Nel corso di questo colloquio verranno valutate, prima di tutto, le possibili risorse locali attivabili.

In assenza di alternative locali, la persona verrà segnalata alla Commissione decanale del Fondo tramite una scheda di presentazione e una relazione di accompagnamento. La Commissione decanale invierà alla segreteria diocesana le situazioni ritenute idonee esprimendo un parere rispetto allo strumento da attivare fra quelli messi a disposizione dalla seconda fase del Fondo Famiglia Lavoro.