18.02.2015

Oltre 100 mila euro, per la precisione 101.769. È l’ottimo bilancio conclusivo dell’iniziativa «I regali del cardinale Scola per chi ha perso il lavoro», promossa in periodo d’Avvento a favore del Fondo Famiglia Lavoro.

Curata dal Rotary Club Meda e Brughiere, la proposta ha incontrato fin dai primi giorni un grandissimo interesse. Si può dire che i 105 oggetti preziosi offerti dall’Arcivescovo siano andati davvero a ruba. Singoli cittadini e anche realtà collettive si sono contese icone (molto apprezzate, insieme alle opere generalmente a soggetto religioso), gioielli, quadri e pezzi di argenteria compresi nel ricco catalogo, in qualche caso anche “rilanciando” generosamente sull’offerta di base proposta.

La maggior parte delle offerte sono pervenute dalla Lombardia, ma non sono mancate proposte d'acquisto provenienti anche da altre regioni. Tra i tanti ambrosiani che hanno risposto all’appello del cardinale Scola, fanno sapere i volontari del Rotary, i più generosi si sono rivelati i lecchesi.

Con la somma raccolta sarà possibile sostenere le persone che hanno chiesto aiuto al Fondo Famiglia Lavoro. Dall’inizio del 2013 il Fondo ha raccolto circa 5 milioni e mezzo di euro e ha aiutato quasi 3 mila famiglie. Le risorse vengono impiegate per finanziare corsi di formazione per la riqualificazione professionale o vengono girate alla famiglie per il pagamento delle bollette, degli affitti e in genere per rispondere alle necessità quotidiane.