14.02.2017

«Se rimanete nella mia parola, siete davvero miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi» (Gv 8, 31-32). È ispirato a questo messaggio evangelico lo slogan «Liberi davvero» per l’animazione in oratorio nel tempo di Quaresima nell’anno della proposta oratoriana “Scegli (il) bene”.

Innanzitutto verrà valorizzato il Sacramento della Riconciliazione all’interno di celebrazioni che daranno il senso della liberazione dal male e dal peccato e che restituiranno la dignità e la libertà dei figli di Dio, ricevuta in dono dal Padre. In generale, nel cammino quaresimale scandito da digiuno, preghiera, elemosina, i ragazzi saranno invitati quindi a rinunciare a qualcosa per il bene di tutti, a dedicare ogni giorno uno spazio alla preghiera e a vivere la carità facendosi carico per quanto è possibile della povertà e dei poveri. E le Comunità educanti in oratorio non smetteranno di comunicare il Vangelo, nella forma semplice del racconto, nel contesto di catechesi che presenteranno le persone che hanno saputo fare scelte libere e si sono messe «dietro a Gesù» o «hanno creduto» in Lui. In questo senso, le Domeniche del tempo di Quaresima nel rito ambrosiano formeranno un itinerario in cui riscoprirsi «liberi di...», proprio a confronto con coloro che lo hanno incontrato: la Samaritana, i discepoli che hanno creduto, il cieco nato, Lazzaro, Marta e Maria, eccetera.

Non mancheranno momenti di testimonianza con chi si offre al servizio degli altri in oratorio o nella comunità e nelle diverse forme della carità cristiana, ma la libertà si esprime in oratorio se si dà libera espressione alla vitalità dei ragazzi, al loro desiderio di ritrovarsi e di giocare, di stare insieme divertendosi, di mettere in mostra i propri talenti, magari impostando insieme uno spettacolo, oppure un concerto musicale o raccontando attraverso dei video la bellezza della «libertà» in oratorio, alla domenica, al sabato o nelle serate, associando a questa pura animazione, occasioni semplici per ritrovarsi un poco a pregare. Inoltre, forme di vita comune saranno estese ai preadolescenti, agli adolescenti e ai ragazzi più piccoli, in modalità più ristrette (una cena insieme e condivisa, la colazione al mattino per dire una preghiera prima di andare a scuola, eccetera).

La Quaresima in oratorio vedrà, in preparazione alla visita di papa Francesco del 25 marzo, uno o più incontri in oratorio per predisporre striscioni o cartelli, o slogan per il tragitto verso il Parco di Monza, dove si celebrerà la Messa alle ore 15 (per i Cresimandi e Cresimati verso San Siro) e per riflettere su alcuni gesti che il Papa compirà in quel giorno, come l’incontro con gli abitanti delle Case Bianche alla periferia di Milano o con i carcerati che sono a San Vittore. Proprio papa Francesco ha proposto che nel tempo di Quaresima si possa vivere una “24 ore per il Signore”. Pensata poco prima della visita a Milano, diventerà il modo migliore per prepararsi a questo incontro e impostare il cammino verso la Pasqua, coinvolgendo le varie fasce di età, in orari diversi, nelle Confessioni, nella celebrazione della Via Crucis, nell’Adorazione della Croce e nell’Adorazione eucaristica (gli adolescenti in una veglia notturna), insieme a iniziative di condivisione o di servizio, in collaborazione con le associazioni di volontariato e assistenza. I ragazzi degli oratori, comunque, aderiranno alle proposte della “Quaresima di carità 2017”, indicate da Caritas ambrosiana e dall’Ufficio per la pastorale missionaria della Diocesi. Dietro la raccolta fondi ci sarà un’educazione all’uso dei soldi, che miri a non restarne “schiavi”, ricordando l’esperienza del “giovane ricco”.

In particolare, nella proposta “Liberi davvero”, la Comunità educante è invitata a riflettere e poi a farci carico del tempo libero dei ragazzi. Come lo passano? Che rischi corrono? Quali alternative hanno? Che scelte di bene possono fare liberamente nel tempo che hanno disponibile fuori dagli impegni ordinari? Quali proposte possono essere fatte per il loro tempo libero che non risultino di ulteriore peso, ma siano occasioni in cui mettere in gioco la propria libertà?

Riguardo ai materiali per la Quaresima in oratorio è già disponibile il nuovo gadget con l’album delle figurine del Vangelo. Sarà presto presentato l’itinerario domenicale (che verrà ripreso anche nel libretto di preghiera dei ragazzi in famiglia a cura dell’Acr); saranno offerti testi per la preghiera settimanale in oratorio, l’animazione di giornate speciali, della “24 ore per il Signore” in oratorio, con proposte di attività. È stato realizzato il canto per l’animazione della Quaresima 2017 “Scegli il bene, libera il cuore”: la traccia musicale è scaricabile gratuitamente dal sito www.libreriailcortile.it.