Dall’estate fino all’inizio del 2019 mostre fotografiche, incontri e appuntamenti musicali per ricordare il “Papa del sorriso” nella sua terra natale e anche all’estero

Giovanni Paolo I
Giovanni Paolo I

Nel 40° anniversario dell’elezione a Pontefice e della prematura scomparsa di papa Giovanni Paolo I, il Musal – Museo Albino Luciani di Canale d’Agordo (Belluno) organizza una ricca serie di eventi per ricordare il “Papa del sorriso” attraverso mostre fotografiche, incontri e appuntamenti musicali. Teatro principale sarà appunto Canale d’Agordo, paese natale di Albino Luciani, ma il ricordo di Giovanni Paolo I toccherà anche altri luoghi d’Italia e all’estero.

«Il 40° anniversario è un’occasione molto importante per il Museo e per la Fondazione Papa Luciani – commenta Loris Serafini, curatore scientifico del Musal -. Il programma che abbiamo preparato sarà un modo per ricordare non solo Albino Luciani e la sua vita, ma anche il paese dove nacque e il territorio nel quale si formò. Un connubio di storia e cultura che accompagnerà i visitatori fino alla fine del 2018 e che avrà uno dei suoi momenti più importanti il 26 agosto, anniversario dell’elezione a Papa. Una data molto sentita da tutti e in particolar modo dai cittadini di Canale d’Agordo, per i quali è quasi una seconda “festa patronale”».

Sede principale degli eventi sarà il Musal – Museo Albino Luciani, inaugurato nel 2016, che ospiterà le mostre «L’elezione a Papa e la morte di Albino Luciani: la gioia e il lutto del paese natale del Papa, 40 anni fa (1° agosto – 31 ottobre)» e «La consacrazione a vescovo di Albino Luciani” nel 60° della sua consacrazione episcopale (27 dicembre – 6 gennaio 2019)».

Non sarà però solo il Musal a ricordare la figura di Papa Giovanni Paolo I. L’intera Canale d’Agordo, infatti, verrà coinvolta nelle manifestazioni, a partire da due dei luoghi più importanti del paese: la chiesa arcipretale di San Giovanni Battista, dove il 27 luglio i cantanti internazionali della Masterclass di Canto Lirico, tenuta dalla mª Tabiadon e dal m° Peverada, si esibiranno per papa Luciani, e la Casa delle Regole, che a partire dal 1° agosto ospiterà la mostra «Immagini sacre nelle Dolomiti tirolesi e italiane. Un’antica raccolta ampezzana di Sisto Menardi».

Il ricordo di papa Luciani valicherà poi i confini nazionali per giungere il 21 luglio a Innsbruck (Austria), presso il santuario di Maria Waldrast, dove esiste una lapide a ricordo della visita che Albino Luciani fece nel 1975. Qui alle si terrà l’incontro «Giovanni Paolo I a Maria Waldrast-Austria, 23 luglio 1975: la visita di un futuro Papa Venerabile». E sarà ancora un’interessante conferenza a caratterizzare il 3 agosto, a Pietralba/Weissenstein (Bolzano), presso il santuario a cui Albino Luciani era affezionatissimo sin da piccolo, quando ci andava a piedi con sua madre: l’incontro «Albino Luciani, assiduo pellegrino di Pietralba/Weißenstein, incontra, a Bressanone, Josef Ratzinger. Racconto di un’amicizia tra i due futuri papi Giovanni Paolo I e Benedetto XVI».

Agosto sarà il mese più ricco di eventi: dopo i concerti del 10 e del 14 e la tavola rotonda in programma l’11 a Cavalese (Trento), Canale d’Agordo avrà l’onore di ospitare, sabato 25, il dottor don Davide Fiocco, direttore del Centro Papa Luciani di S. Giustina (BL) e collaboratore della Causa di canonizzazione di Albino Luciani, che parlerà sul tema «La catechesi di Albino Luciani». Domenica 26 agosto, alle 16.30, in piazza Papa Luciani, si celebrerà quindi la Santa Messa nel 40° anniversario dell’elezione di papa Giovanni Paolo I. Il 28 settembre nella chiesa arcipretale di Canale d’Agordo si terrà invece la Santa Messa nel 40° anniversario della morte di papa Giovanni Paolo I, mentre il mese successivo, il 17 ottobre, sarà ricordata, sempre nella chiesa del paese, la nascita di Albino Luciani.

«Questi sono solo alcuni dei molti appuntamenti che abbiamo organizzato – conclude Loris Serafini -. Ricordare Albino Luciani significa far conoscere la sua vita e la sua opera. Abbiamo quindi deciso che per ricordarlo al meglio fosse doveroso organizzare eventi in grado di trattare tutti i suoi aspetti. Siamo sicuri che tutti coloro che verranno a visitare Canale d’Agordo e il Musal apprezzeranno il nostro impegno nel nome di Papa Luciani».

Per chi fosse interessato a partecipare alle iniziative si segnala la possibilità di effettuare pellegrinaggi grazie a convenzioni con strutture presenti sul territorio.

Info e programma completo: Musal – Museo Albino Luciani (piazza Papa Luciani 4, 32020 Canale d’Agordo – Belluno; tel. 0437.1948001; info@fondazionepapaluciani.com; www.musal.it)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi