24.02.2017

Come negli anni scorsi, per il periodo di Quaresima e in preparazione alla Pasqua la Diocesi desidera proporre gli incontri di spiritualità per i cristiani impegnati nelle realtà sociali, politiche e culturali.

Gli incontri prevedono un momento introduttivo di preghiera e di riflessione, un breve spazio di silenzio, la condivisione comunitaria delle proprie risonanze e, se prevista, l’Eucarestia. Il predicatore proporrà una riflessione su «Diventare capaci di vedere il futuro»: uno stile con cui vivere il nostro tempo a partire dalla testimonianza di Madeleine Delbrêl.

Durante la seconda guerra mondiale Madeleine Delbrêl opera come Assistente sociale e riflette sul senso di questo impegno. Incontra persone che nella vita non hanno incontrato nessuno che volesse davvero dare loro fiducia. Da qui la convinzione che «dare fiducia a qualcuno significa spesso ridargli fiducia in se stesso, significa renderlo libero». Questo esercizio aiuta a «diventare sempre più capaci di vedere il futuro», a sentire la bellezza di una vita che, anche nel nostro tempo, riparta dal ritrovare e dal ridare fiducia. La preghiera sia un affidarsi al Signore della storia perché mostri traiettorie di futuro e rigeneri speranza.