5.07.2011

Continua la raccolta fondi per l’ospedale di Chirundu in Zambia, intanto la diocesi ha già superato la somma di 15 mila euro. Finora le donazioni sono arrivate soprattutto da privati (singoli o famiglie), ma da settembre - quando si aprirà il nuovo anno pastorale - si attende un maggior coinvolgimento da parte delle parrocchie che potranno stabilire diverse modalità di partecipazione.
La campagna “Positivi nell’anima” nelle prossime settimane prevede una novità: dal 17 al 23 luglio infatti lo spot realizzato da Dario Piana sarà trasmesso sui canali Mediaset e in seguito sulle reti nazionali. In contemporanea con quella settimana sarà anche possibile donare 2 euro inviando un sms al 45509 da cellulari Tim, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile e CoopVoce o chiamando da rete fissa Telecom Italia, Infostrada, Fastweb e TeleTu.
«I maggiori operatori telefonici italiani», spiega Antonio Antidormi dell’ufficio di Pastorale missionaria, «ci danno la possibilità di attivare l’sms solidale per sostenere le attività di lotta all’Aids avviate dall’Ospedale della pace, il Mtendere Mission Hospital». Lo scopo è quello di frenare l’epidemia che affligge l’Africa cercando di ridurre la trasmissione del virus Hiv da mamma a bambino. La somma raccolta servirà anche a sostenere le attività dell’ambulatorio aperto tre anni fa, l’Umoyo Clinic (Clinica della vita) dove vengono curati i bambini nati da madri sieropositive. I piccoli vengono testati per l’Hiv fino al compimento del 2 anno di età. «Oggi le madri che non si curano trasmettono il virus ai figli nel 40% dei casi, mentre noi con le terapie riusciamo ad abbattere questa percentuale scendendo fino all’1%», spiega Antidormi.
«Noi abbiamo scelto una delle attività dell’ospedale», dice Antidormi, «perché anche a livello simbolico il messaggio molto forte e positivo. Di qui è nato lo slogan della campagna che ci invita a guardare con positività alla vita perché la generosità e la medicina permettono di abbattere la trasmissione del virus anche in un contesto difficile».
Nel mese di luglio è già prevista la spedizione di un container di farmaci e attrezzature sanitarie destinati all’ospedale di Chirundu, dove in questo momento il chirurgo Pietro Ugazio sta lavorando attivamente insieme al direttore sanitario e anestesista Elisa Facelli che rientrerà in Italia a fine estate per una breve vacanza.
La campagna non ha come unico scopo un ritorno economico, ma anche quello di far conoscere l’ospedale aperto in Zambia quasi 40 anni fa e sostenuto dalla diocesi ambrosiana e dal Celim di Milano e, infine, di diffondere le conquiste della medicina nella lotta all’Aids. «Questa è anche l’occasione per presentare una realtà ancora poco nota e all’impegno non solo dei milanesi, ma anche dei missionari e dei volontari. Il messaggio dunque supera l’ambito ecclesiale per raggiungere davvero tutti».
Per info: www.positivinellanima.it e numero verde 800 16 82 80.

Guarda lo spot