Un vero laboratorio culturale. Aperte le iscrizioni per i test attitudinali e di ammissione, on line, che permetteranno di accedere ai Corsi per l’Anno accademico 2018/2019 del Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra

Untitled-1

La recente Costituzione apostolica Veritatis gaudium, con la quale papa Francesco ha inteso rinnovare la disciplina riguardante le Università e le Facoltà pontificie, sottolinea con forza come l’attività di queste ultime sia parte integrante dell’attività missionaria e di evangelizzazione ma anche di un più profondo processo di purificazione e di riforma della Chiesa.
«In tale processo – sottolinea il Pontefice – è chiamato a giocare un ruolo strategico un adeguato rinnovamento del sistema degli studi ecclesiastici.

Essi, infatti, non sono solo chiamati a offrire luoghi e percorsi di formazione qualificata dei presbiteri, delle persone di vita consacrata e dei laici impegnati, ma costituiscono una sorta di provvidenziale laboratorio culturale in cui la Chiesa fa esercizio dell’interpretazione performativa della realtà che scaturisce dall’evento di Gesù Cristo e che si
nutre dei doni della Sapienza e della Scienza di cui lo Spirito Santo arricchisce in varie forme tutto il Popolo di Dio» (Costituzione apostolica Veritatis gaudium, Proemio, 3).
Significativamente, queste parole giungono a confermare la comprensione che il Pontificio
Istituto Ambrosiano di Musica Sacra (PIAMS) ha sempre avuto del proprio ruolo e della propria attività nell’ambito della musica per la liturgia:
– offrire percorsi formativi fruttuosi e di qualità in un contesto nel quale la formazione spesso è caratterizzata dalla volatilità e dalla poca consistenza;
– essere costantemente aggiornati e propositivi («agitare questioni», richiamava il card. Schuster negli Statuti), facendo sì che l’attività di ricerca, di insegnamento e di formazione conducano a un reale progresso delle scienze e a una crescita comune;
– infine, non perdere mai l’aderenza del sapere ecclesiale ed accademico con la società reale, in modo che il sapere maturato innervi e trasfiguri la realtà presente e che, reciprocamente, la realtà sia pronta ad accoglierne i benefici.

In concreto ciò ha significato dar vita ad una Offerta formativa di alto profilo, nella quale la formazione erogata agli allievi consegnasse loro non solo quella pluralità di competenze oggi necessaria per una professionalità altamente qualificata e di agevole spendibilità ma anche solidi contenuti per fare delle diverse figure coinvolte nel mondo della
musica per la liturgia un punto di riferimento.
Chi intende iscriversi ai corsi PIAMS – da quelli propedeutici a quelli accademici – sa che riceverà proprio questo: possibilità realistiche ed efficaci di studio e di formazione
che mettano in luce e valorizzino la specificità e le doti di ciascuno, come hanno sperimentato e unanimemente riconosciuto gli oltre 30 nuovi iscritti dell’anno formativo
ormai al termine.
Proprio per questo i Test di ammissione previsti in vista dell’accesso ai Corsi propedeutici, Strutturati, Preaccademici e Accademici
del prossimo Anno accademico 2018/2019 costituiscono degli strumenti che permettano sia di individuare i talenti di ciascun candidato sia di conoscere il livello
tecnico e di preparazione già posseduto.

Termine ultimo per l’iscrizione ai corsi: 29 settembre 2018.
Inizio dei corsi: 8 ottobre 2018.
Le iscrizioni ai Test attitudinali e di ammissione sono già attive on line (www.unipiams.org/it/125)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi