San Gabriele dell'Addolorata

s. gabriele

Nasce ad Assisi nel 1838 ed è battezzato col nome di Francesco, da una famiglia di solida fede cristiana. Vive i primi anni della sua vita in varie cittadine dello Stato Pontificio, dove il padre si trasferiva come governatore, ma dal 1842 dimorò stabilmente a Spoleto dove il padre si era definitivamente stabilito come assessore. Qui compì i suoi studi presso i Fratelli delle Scuole Cristiane e poi presso i Gesuiti, mentre in lui andava maturando il desiderio di una vita totalmente dedicata al Signore. A 18 anni, nel 1856, entra a Morrovalle nel noviziato dei Passionisti, prendendo il nome di Gabriele dell’Addolorata, per la sua particolare devozione alla Vergine dei Sette Dolori.
Breve ma intensa fu la sua esistenza, tutta donata senza riserve, vissuta in spirito di preghiera e penitenza, nella memoria incessante della passione del Signore e della Madre sua, partecipe della croce del Figlio per la salvezza degli uomini.
Morì il 27 febbraio 1862; aveva solo 24 anni. Il santuario di Isola del Gran Sasso, che ne custodisce le reliquie, è meta di migliaia di pellegrini ogni anno. Nel 1959 san Gabriele dell’Addolorata è stato dichiarato patrono principale dell’Abruzzo.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi