Conversione di san Paolo apostolo - festa

s.paolo

Attestata nella Gallia già alla fine del VI secolo, la festa della conversione di san Paolo fu estesa a tutto l’occidente a partire dall’XI secolo. Ricordando la svolta radicale della vita di Paolo, trasformato da persecutore in apostolo di Cristo a partire dall’incontro folgorante con il Signore risorto sulla via di Damasco, si commemora, insieme alla sua conversione, un passaggio decisivo nella storia della Chiesa delle origini, lo sviluppo cioè della germinale intuizione missionaria del diacono Stefano raccolta da Paolo e aperta da lui a una dimensione universale.
Con questa festa si chiude la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani: ed è come un invito – un auspicio! – ad accogliere le diversità delle espressioni della fede, come si sono sviluppate nel corso della storia, nell’obbedienza all’unico Signore, da annunciare al mondo come l’unico fondamento della Chiesa, la roccia che sostiene ogni speranza di comunione. Le nostre preghiere questa settimana ci hanno portato a riflettere sull’unità nella fede in Cristo che non può essere diviso, come ci ha spiegato l’apostolo Paolo nella prima Lettera ai Corinti.

Giornata conclusiva della Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi