Giovedì della settimana della VI domenica dopo l’Epifania

 

 

Lettura

Lettura del libro del Siracide 2, 1-11

 

Figlio, se ti presenti per servire il Signore, / prepàrati alla tentazione. / Abbi un cuore retto e sii costante, / non ti smarrire nel tempo della prova. / Stai unito a lui senza separartene, / perché tu sia esaltato nei tuoi ultimi giorni. / Accetta quanto ti capita / e sii paziente nelle vicende dolorose, / perché l’oro si prova con il fuoco / e gli uomini ben accetti nel crogiuolo del dolore. / Nelle malattie e nella povertà confida in lui. / Affìdati a lui ed egli ti aiuterà, / raddrizza le tue vie e spera in lui. / Voi che temete il Signore, aspettate la sua misericordia / e non deviate, per non cadere. / Voi che temete il Signore, confidate in lui, / e la vostra ricompensa non verrà meno. / Voi che temete il Signore, sperate nei suoi benefici, / nella felicità eterna e nella misericordia, / poiché la sua ricompensa è un dono eterno e gioioso. / Considerate le generazioni passate e riflettete: / chi ha confidato nel Signore ed è rimasto deluso? / O chi ha perseverato nel suo timore e fu abbandonato? / O chi lo ha invocato e da lui è stato trascurato? / Perché il Signore è clemente e misericordioso, / perdona i peccati e salva al momento della tribolazione.

 

Salmo

Sal 36 (37)

 

® Il Signore è il sostegno dei giusti.

 

Confida nel Signore e fa’ il bene:

abiterai la terra e vi pascolerai con sicurezza.

Affida al Signore la tua via,

confida in lui ed egli agirà:

farà brillare come luce la tua giustizia,

il tuo diritto come il mezzogiorno. ®

 

Desisti dall’ira e deponi lo sdegno,

non irritarti: non ne verrebbe che male.

Ancora un poco e il malvagio scompare:

cerchi il suo posto, ma lui non c’è più.

I poveri invece avranno in eredità la terra

e godranno di una grande pace. ®

 

Spera nel Signore e custodisci la sua via:

egli t’innalzerà perché tu erediti la terra.

La salvezza dei giusti viene dal Signore:

nel tempo dell’angoscia è loro fortezza. ®

 

Il Signore li aiuta e li libera,

li libera dai malvagi e li salva,

perché in lui si sono rifugiati. ®

 

 

Vangelo

Lettura del Vangelo secondo Marco 9, 38-41

 

In quel tempo. Giovanni disse al Signore Gesù: «Maestro, abbiamo visto uno che scacciava demòni nel tuo nome e volevamo impedirglielo, perché non ci seguiva». Ma Gesù disse: «Non glielo impedite, perché non c’è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito possa parlare male di me: chi non è contro di noi è per noi.

Chiunque infatti vi darà da bere un bicchiere d’acqua nel mio nome perché siete di Cristo, in verità io vi dico, non perderà la sua ricompensa».

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Informazioni sui cookie


I Cookie sono porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell'erogazione del servizio .
Questo sito utilizza soltanto cookie tecnici, che hanno la funzione di permettere lo svolgimento di attività strettamente legate al suo funzionamento: Questi cookie non necessitano del preventivo consenso dell'Utente per essere installati ed utilizzati. In ogni caso l'Utente ha la possibilità di rifiutare i cookies modificando le impostazioni del browser. Per altre informazioni vai alla pagina informazioni legali di questo sito. Vedi il provvedimento del Garante

Chiudi