20.03.2017

Anche nel Concerto che chiude la Stagione 2016-17, l’Associazione Mozart Italia di Milano, filiazione milanese della Fondazione Mozarteum di Salisburgo, prosegue il suo percorso attraverso il confronto evolutivo con Ludwig van Beethoven, accostato ai principali capolavori dell’espressione pre-romantica del genio di Salisburgo.
 
Mercoledì 22 marzo 2017, alle ore 21, nella splendida e storica cornice della Chiesa di San Marco in Milano, verranno paragonate la genialità contemporaneamente classica e protoromantica della Seconda Sinfonia di Beethoven - in cui il genio di Bonn utilizza per la prima volta un tono eroico che verrà maggiormente ripreso nelle sinfonie successive. La genesi della seconda (1802-1803) coincide proprio con gli anni della scoperta della malattia che lo porterà alla sordità; ecco quindi come i contrasti, sia ritmici che melodici, senza tralasciare quelli metrici, sono ora spia della drammatica "sofferenza" dell'autore - con  la preziosa ma poco eseguita Sinfonia n 33 KV 319 di Mozart preceduta dalla celebre Ouverture da “Le Nozze di Figaro”, il cui nervoso tema iniziale sembra proprio imparentato con l’incipit dell’Allegro con brio del primo movimento della seconda Sinfonia beethoveniana.
Il Concerto sarà diretto dal maestro Aldo Bernardi alla guida dell’Orchestra dell’Associazione Mozart Italia di Milano.

Informazioni:
Associazione Mozart Italia-Milano:
www.mozartmilano.com