15.03.2017

Al via, da sabato 28 marzo, la tradizionale rassegna culturale per il periodo di Quaresima proposta dalle parrocchie di Inzago. Due serate che, da sempre, permettono alla comunità di interrogarsi su questo tempo, con testimoni ed esperti.
Quest'anno l'idea è quella di raccontare il rapporto sempre più complesso tra popoli e globalizzazione, partendo dall'attualità: risveglio e crescita dei populismi, instabilità internazionale, allarme globale legato al terrorismo.

Il titolo della manifestazione "Vincitori e vinti" pone l'accento sulle fratture createsi, in particolare nelle società occidentali, nell'ultimo decennio, improvvisamente esplose prima con l'avvento della Grande Crisi, poi con i nuovi muri sorti, dalla Gran Bretagna agli Stati Uniti, nel 2016.

La prima serata, martedì 28 marzo, sarà dedicata al nuovo disordine globale: paura e chiusura sembrano essere le parole-chiave di questa stagione. Cercheremo di capire com'è cambiato e come potrà cambiare lo scenario internazionale insieme a Riccardo Redaelli, professore di geopolitica all'Università Cattolica, e a Tiziana Prezzo, inviata di Sky Tg 24.
Giovedì 30 marzo, invece, ci concentreremo sull'emergere dei populismi soprattutto in Europa, con il sociologo Guido Bolaffi e il corrispondente del Sir da Bruxelles, Gianni Borsa.

La manifestazione, che si svolge al Cinema Giglio di Inzago, vede da sempre la partecipazione di molti giovani, rappresentanti delle associazioni e delle comunità locali.
In allegato la locandina.