20.03.2017

La divulgazione culturale è, per Vidas, una finalità importante accanto all’assistenza sociosanitaria prestata gratuitamente ai malati terminali: così, dal 1985, il calendario culturale è una fitta e capillare attività si promozione e sensibilizzazione che, iniziando da temi più specifici legati alla malattia (nel 1985 il primo Convegno su Cultura della morte e eutanasia, poi La verità e il malato, quindi Il dolore), ha via via integrato tematiche esistenziali e universali come: La paura, L’indifferenza, La memoria, L’amore, La felicità, L’attesa, Le solitudini, La civiltà, La responsabilità.
Accanto a queste riflessioni, il dialogo interreligioso e interconfessionale, condotto sul terreno dell’apertura e garantito dal rispetto di un’associazione laica per tutte le appartenenze etniche, religiose, culturali, politiche, si è articolato in momenti di altissima riflessione e ricchezza di pensiero.
Nel segno di questa appartenenza, dopo l’incontro con Vito Mancuso e Patrizia Borsellino sui temi della scelta nel fine vita, l’appuntamento è per 23 marzo ore 20.30 quando Enzo Bianchi, fondatore Comunità di Bose, dialogherà con Ferruccio de Bortoli sul tema Il Dono (#ildono)

Ingresso con offerta libera – Prenotazione obbligatoria
Informazioni e iscrizioni su: www.vidas.it/incontri-culturali
promozione.sviluppo@vidas.it – 02.72511.203